here downloads click here downloads 10 download Web Site downloads download 2012 download all time downloads homepage here

www.fidallazio.org

Notizie

CROSS MASTER: ROCCA DI PAPA APRE IL CDS

E-mail Stampa PDF

RoccadiPapaCross1E’ partito questa mattina, domenica 1 febbraio, il Campionato di Società Master di Corsa Campestre nel Lazio, dirottato in extremis da Ostia a Rocca di Papa, all’interno del Casale “Da Fortini”, in prossimità dei Pratoni del Vivaro. La prima prova regionale ha aperto così l’avventura verso la finale nazionale prevista a Torino il prossimo 8 marzo.

Condizioni meteo non proprio accoglienti, con freddo e vento a spazzare un percorso reso pesante dalla pioggia caduta dalla sera precedente, hanno messo alla prova i tanti partecipanti impegnati sul tracciato battuto a tempo di record dal CP Fidal Roma Sud, organizzatore dell’evento in collaborazione con il Comitato Regionale.

Sui 3 km riservati alle categorie F60-F65-F70 a distinguersi è stata la coppia del Romatletica Footworks composta da Anna Micheletti (F60) e Maria Linda Ciotti (F65), prime nelle rispettive categorie,  mentre tra le F70 l’unica arrivata è stata Franca Zeppi (Atl. Lyceum Roma XIII).  I 4 km uomini M60-M65-M70 hanno invece visto il successo di Maurizio Squillante (G. Scavo 2000), imprendibile per tutti gli altri, con il duo della Old Stars Ostia, Ludovico De Mattia e  Luigi Scialla a primeggiare rispettivamente tra gli M65 e gli over 70, in cui merita menzione anche l’ultra ottantenne Manlio Zaccari (G. Scavo 2000).

Gara decisamente tirata quella sui 6 km maschili, dove hanno fatto la differenza gli atleti del Runners Team di Colleferro, con  Diego Papoccia (SM40) ed El Fadyl Soufyane (SM35) a dominare le proprie classifiche. Tra gli SM45 si fa rispettare Alessandro Di Priamo (Old Stars Ostia), primo a tagliare il traguardo di categoria davanti a Marco Indelicato (Romatletica Footworks). Buone prove anche per un pimpante Ugo Guerra (Rifondazione Podistica), che non ha avuto rivali tra gli SM50, e l’inossidabile Claudio Cavalli (Romatletica Footworks), che ha avuto alla fine ragione del rivale Ibrahim Khalil (Atletica dei Gelsi). Sui 4 km femminili infine primo posto assoluto per la SF40 Stefania Gabrielli (Purosangue Athletics Club), su Barbara Mancini (Atletica dei Gelsi), al successo tra le SF45, mentre è Federica Fiorelli (Old Stars Ostia) a primeggiare tra le SF35. Nella classifica SF50, Jocelyne Farruggia (G. Scavo 2000) trova la sua ennesima vittoria, al pari di Anna Patelli (Olimpia 2004) prima tra le SF55.

Le classifiche dopo questa prima prova vedono in testa tra gli Uomini Romatletica Footworks (M35-M40-M45-M50-M55) e O.S.O. Old Stars Ostia (M60-M65-M70 e over). Al femminile comandano ASD Liberatletica (F35-F40-F545-F50-F55) e ancora Romatletica Footworks (F60-F65-F70 e over).

TUTTI I RISULTATI

 

 

(Foto Francesca Ragnetti)

Ultimo aggiornamento Giovedì 26 Febbraio 2015 18:50

REGIONALI: LANCI IN EVIDENZA. AD ANCONA VELOCI I GIOVANI

E-mail Stampa PDF

ProiettiAndreaLa seconda giornata di Campionati Regionali Indoor nel Centro Sportivo di Casal del Marmo si è aperta in mattinata con l’appendice di gare sulle pedane del lungo, dell’asta e del peso. Ad Ancona volano i giovani su velocità e ostacoli.

Nel peso è arrivato ancora un miglioramento per Andrea Proietti (Studentesca Ca.Ri.Ri), campione regionale Allievi con un inavvicinabile 16.74 (16.27 e 16.32 gli altri due migliori lanci), quasi tre metri meglio del compagno di squadra Giorgio Bocci, secondo con 13.95. Sempre Studentesca Ca.Ri.Ri anche tra le Allieve, grazie al primo lancio di Martina Carnevale, misurato 13,57 (poi al secondo lancio 13,56), così come tra le Juniores con Claudia Bertoletti a frantumare il personale con 13.84. Su buoni standard si è espresso anche Maksymilian Chorazy (E Servizi Atl. Futura), primo tra gli Juniores con  14.72, mentre tra gli Assoluti Lorenzo Minnozzi (Colosseo 2000) domina con 13.50.  Da segnalare poi, nella gara extra di Peso Cadette, l’ennesimo miglioramento per la lanciatrice prodigio Carolina Visca (Fiamme Gialle Simoni), capace di un notevole 12.82, vale a dire undici centimetri più lunga del suo precedente primato risalente al maggio dello scorso anno.

La maglia di campione regionale è andata a Martina Ciciani (Fiamme Gialle Simoni) nel salto in lungo Allieve, con un atterraggio a 4,98, vittorie poi anche per Alessandra Antonacci (Studentesca Ca.Ri.Ri) tra le juniores con 5,59, e quindi all’esperta Francesca Sancin (Atl. Roma Acquacetosa) nella gara assolute. Al maschile, Emanuele Pomponi (Olimpia Nettuno) campione ieri nel triplo, ha dovuto piegarsi stavolta a Dario Giorgianni (Esercito Sport e Giovani), primo con 5.94, appena due centimetri meglio del nettunense. Completano il quadro lo junior Alberto Menichelli (ASD Intesatletica) e il senior Marco D’Agostinis (Acsi Campidoglio Palatino), campioni rispettivamente con 6.34 e 6.75.

Nell’asta maschile un altro sabino ha dimostrato il suo valore, Francesco Masci (Studentesca Ca.Ri.Ri) capace di imporsi con 4.10, 10 cm meglio di Sebastian Ticala (Fiamme Gialle Simoni), con Matteo Chiusolo (Sportrace) a raggiungere il terzo gradino del podio grazie al personale di 3.80.  Gara entusiasmante quella riservata agli juniores, con Matteo Taviani (SS Lazio Atletica), ed i due portacolori delle Fiamme Gialle Simoni, Leonardo Azara e Simone Andreini, protagonisti di un’accesa lotta per il titolo. Alla fine sono stati decisivi gli errori a quota 4.40, con Azara fuori a sorpresa con tre errori, mentre Andreini superava la misura al terzo tentativo, uno in più del rivale Taviani. Nulla da fare poi a 4.50, con Taviani che proprio grazie a quell’errore in meno si è laureato campione regionale.

TUTTI I RISULTATI 

Nella foto: Andrea Proietti protagonista nel peso (Foto Colombo/Fidal)

 

 

Qui Ancona: buoni riscontri per i laziali sono arrivati dal meeting giovanile disputato in mattinata, grazie ad alcuni primi posti di prestigio, come quello nei 60 ostacoli cadette da parte di Ludovica Landi (P.P. Roma VI Villa Gordiani), nettamente avanti alle altre con il record personale di 9.48. Alle sue spalle demolisce il personale anche la compagna di squadra Francesca La Greca, buona terza in 9.86. Ancora una “rossa” della P.P. Roma 6 Villa Gordiani in evidenza tra le barriere, si tratta di Carolina Appiotti, che ha primeggiato sui 60 ostacoli Ragazze, grazie ad un buon 9.82, unica a scendere sotto la barriera dei 10 secondi.

Si sono distinti poi sui 200 metri Ragazzi/e due mezzofondisti veloci dell’area romana di indiscusso talento, reduci da altrettante vittorie nel recente cross di Ariccia. Al maschile ha infatti dominato Antonio Feragnoli (G. Scavo 2000), sbaragliando la nutrita schiera di avversari, con un giro corso in 25.61, mentre tra le ragazze la numero uno è stata Michela Pompei (Libertas Atl. Castelgandolfo/Albano), devastante nella sua azione che l’ha portata ad un notevole 27.22 nel giorno del suo compleanno. Altra vittoria di rilievo è poi quella nel salto in lungo per Chiara Silvestrini (G. Scavo 2000), prima tra le Ragazze con un atterraggio a 4.10.

 

 

 

 

 

Ultimo aggiornamento Giovedì 26 Febbraio 2015 18:50

DONATO E’ TORNATO

E-mail Stampa PDF

fabrizio-donato-londraIn contemporanea con i  Campionati regionali di Casal del Marmo, molti atleti laziali sono scesi in pista nel consueto appuntamento del fine settimana al Banca Marche Palas di Ancona. Tra le migliori prestazioni conseguite da segnalare ancora un buon riscontro cronometrico per Ilenia Draisci (Esercito) sui 60 metri piani, bruciati in 7.52, ed il rientro in pedana per Fabrizio Donato (Fiamme Gialle) autore di un confortante 16.70 che gli ha consentito di vincere agevolmente. Proprio nella gara di triplo in evidenza altri due laziali, Daniele Cavazzani (Studentesca Ca.Ri.Ri), secondo con 16.07 e Michele Boni (Aeronautica), a seguire con 16.03. Altre due facce conosciute per l’atletica laziale, Matteo Galvan (Fiamme Gialle) e Benedicta Chigbolu (Esercito) si fanno applaudire sui 400 metri, al rientro da un lungo stage negli Stati Uniti. I due pupilli allenati da Chiara Milardi hanno dato buoni segnali, coprendo le rispettive prove in 47.62 e 54.42.

Da segnalare poi sul rettilineo dei 60 metri Mario Marchei (E Servizi Atletica Futura) che sigla il miglior crono Allievi con 7.10, primo nella finale B, mentre nei 1500 metri donne, Francesca Rosa (Atl. Colosseo) ritocca il personale sulla distanza con 4:36.51, distanziando Lara Poverini (Acsi Italia) e Flavia Ferrari (Studentesca Ca.Ri.Ri). Tra gli uomini è invece l’aviere Riccardo Passeri ad imporsi in 4:02.09. Nell’alto maschile Nicolas De Luca (E Servizi Atl. Futura) è secondo con 2.01, stesso piazzamento dell’allieva Virginia Calabrò che atterra nel lungo a 5.56. Nei 1000 metri infine Elisa Serafini (Atl. Roma Acquacetosa) chiude terza con 3:01.33.  

TUTTI I RISULTATI

 

(Foto Colombo/FIDAL)

Ultimo aggiornamento Giovedì 26 Febbraio 2015 18:49

REGIONALI INDOOR: DI SCENA I SALTI

E-mail Stampa PDF

Giulia PoetaPomeriggio di apertura dedicato ai salti, quello della prima giornata dei Campionati Regionali Individuali Indoor nell’impianto romano di Casal del Marmo. Sotto il padiglione coperto del Centro Sportivo delle Fiamme Azzurre sono così stati assegnati i primi titoli regionali individuali su pista della stagione, che si completeranno domani con la restante parte di competizioni.

Tornando a quanto già accaduto, buoni risultati sono arrivati da diversi giovani, alcuni dei quali alla prima affermazione in una nuova categoria. Ne sa qualcosa Giulia Poeta (Acsi Italia), che ha condito la gioia per il primo titolo Allieve nel salto in alto con il primato personale, grazie ad un volo ampiamente oltre la quota di 1.67, dimostrando di valere l’1,70, sfiorato poco più tardi. Un centimetro oltre il personale va anche la junior Eleonora Schertel (Alto Lazio), con 1.75, al termine di una bella sfida con la pari età Alice Sorrentino (Fiamme Gialle Simoni), seconda con 1.72. Al maschile, da segnalare l’acuto di un altro Schertel, vale a dire il fratello Ludwig (Alto Lazio), che coglie il titolo nella gara Allievi con 1.90, mentre si fa notare anche il master SM55 Marco Mastrolorenzi (Romatletica Footworks), primo nella gara assoluta con 1,73. Andrea Musotto (Fiamme Gialle Simoni), è invece il campione regionale juniores con un salto oltre 1.80.

Miglioramenti cospicui per le astiste, a cominciare dalla promessa Giada Valle (RCF Roma Sud), capace di salire di 30 cm, con un 3.50 che le regala il successo assoluto. Tra le Allieve è Martina Turco (Studentesca Ca.Ri.Ri) ad aggiudicarsi il titolo a suon di personale, grazie ad un 3.40 che sgretola il precedente record, e tiene a distanza Marta Rispoli (Acsi Italia) seconda con 3.20. Nella gara juniores ancora reatine in evidenza con Sofia Marini, che vince eguagliando il personale con 3.50, seguita da Sarah Selleroli (Olimpia Nettuno), salita fino a 3.30.

Sulla pedana del triplo, ad Emanuele Pomponi (Olimpia Nettuno) è sufficiente un ultimo salto a 12.95, per trovare il titolo regionale Allievi, imitato da Sabrina Urbano (Atl. Roma Acquacetosa), che nella gara femminile lima il personale atterrando a 11.13. Tra gli juniores Alessandro Novelli (E Servizi Atletica Futura) si prende il titolo regionale con 13.18, così come Maria Mazzarotto (Studentesca Ca.Ri.Ri) prima con 11.23. Vittoria infine anche per Arianna Musu (Acsi Palatino Campidoglio) tra le più grandi, con 11.55.

TUTTI I RISULTATI

 

I CAMPIONI REGIONALI INDOOR (31/01/2015)

SALTO IN ALTO:

Allievi: LUDWIG SCHERTEL (Alto Lazio)

Allieve: GIULIA POETA (Acsi Italia)

Juniores M: ANDREA MUSOTTO (Fiamme Gialle Simoni)

Juniores F: ELEONORA SCHERTEL (Alto Lazio)

Senior M: MARCO MASTROLORENZI (Romatletica Footworks)

SALTO TRIPLO

Allievi: EMANUELE POMPONI (Olimpia Nettuno)

Allieve: SABRINA URBANO (Atl. Roma Acquacetosa)

Juniores M: ALESSANDRO NOVELLI (E Servizi Atletica Futura)

Juniores F: MARIA MAZZAROTTO (Studentesca Ca.Ri.Ri)

Promesse/Senior F: ARIANNA MUSU (Acsi Palatino Campidoglio)

 

SALTO CON L’ASTA

Allieve: MARTINA TURCO (Studentesca Ca.Ri.Ri)

Juniores F: SOFIA MARINI (Studentesca Ca.Ri.Ri)

Promesse/Senior F: GIADA VALLE (RCF Roma Sud)

 

 

 

Nella foto: Giulia Poeta prima nell'alto Allieve (Foto Bennati)

Ultimo aggiornamento Giovedì 26 Febbraio 2015 18:49

CONVENZIONE SERVIZI PER ORGANIZZAZIONE GARE

E-mail Stampa PDF

FIDAL LAZIO OKIl Comitato Regionale Fidal Lazio ha stipulato una convenzione con una Società di Servizi, in base alla quale gli Organizzatori avranno la possibilità di risparmiare sui costi logistici di una manifestazione. Cliccando sul link in basso è possibile consultare la nota di comunicazione della convenzione, con allegato un prospetto relativo ai servizi offerti (si precisa che il costo di 40 Euro per il trasporto, è relativo per soli spostamenti all'interno del G.R.A., negli altri casi è previsto un leggero sovrapprezzo).

Agli organizzatori che ordineranno uno o più servizi tra quelli elencati nel prospetto verrà fatta recuperare una piccola parte della tassa approvazione gara, nella misura del 20%. L’importo derivante verrà detratto dal totale dei materiali ordinati e fatturato dalla Società di Servizi direttamente al Comitato Regionale.

Per usufruire della convenzione, o per richiedere informazioni e/o chiarimenti è possibile contattare Gianfranco Balzano, Consigliere Delegato per le Corse su strada, al seguente indirizzo e-mail: Questo indirizzo e-mail è protetto dallo spam bot. Abilita Javascript per vederlo.

SERVIZI IN CONVENZIONE

SI ASSEGNANO I TITOLI REGIONALI INDOOR

E-mail Stampa PDF

casal del marmomorecheE’ il momento dei Campionati Regionali Individuali Indoor, in programma a Roma nel prossimo weekend. A Formia ancora gare al coperto sul pistino del Centro di Preparazione Olimpica del CONI, per i Master impegno di corsa campestre con la prima prova del CDS Cross Master a Rocca di Papa.  

Regionali Indoor 2015: I Campionati Regionali Individuali Indoor presso l’impianto di Casal del Marmo, nel Centro Sportivo delle Fiamme Azzurre a Roma, caratterizzeranno il prossimo fine settimana di gare nel Lazio. La due giorni romana di competizioni al coperto, organizzata dal Comitato Regionale Fidal Lazio in collaborazione con la S.S. Lazio Atletica Leggera, prenderà il via nel pomeriggio di sabato 31 gennaio, per poi protrarsi per l’intera giornata di domenica 1 febbraio. Novità dell’ultim’ora è l’aggiunta di una gara di 60 ostacoli per le categorie Cadetti/e, alle quali già era stato dedicato un apposito spazio con il Peso Cadette. Si ricorda inoltre che la manifestazione è aperta anche ad atleti tesserati per società di altra regione, previo nulla-osta del Comitato Regionale di appartenenza e del Comitato Regionale Lazio. Le iscrizioni sono aperte fino alle ore 24.00 di oggi, giovedì 29 gennaio. DISPOSITIVO TECNICO

CDS Cross Master 1° prova: una lunga mattinata dedicata alla corsa campestre sarà quella relativa alla prima prova del Campionato di Società di Corsa Campestre Master, prevista la prossima domenica 1 febbraio al Casale "Da Fortini", nei pressi dei Pratoni del Vivaro, a Rocca di Papa (Roma). Una location ideale per una gara di Cross che porterà nel territorio dei Castelli Romani centinaia di atleti in rappresentanza delle più importanti società regionali di atletica della categoria Master. L’evento, organizzato dal Comitato Provinciale Fidal Roma Sud, in collaborazione con il Comitato Regionale Fidal Lazio, prenderà il via con la prima gara alle ore 10.30 (ritrovo ore 9.15), e vedrà gli atleti sfidarsi su distanze comprese tra 3 e 6 km. DISPOSITIVO TECNICO

 

Indoor Formia: Dopo il successo del “Meeting Aurunci Indoor” dello scorso weekend, per Domenica 1 febbraio, l’ASD Atletica Poligolfo organizza presso il Centro di Preparazione Olimpica CONI di Formia, in provincia di Latina, una manifestazione provinciale indoor aperta a tutte le categorie. Gli atleti saranno impegnati sia sul rettilineo della velocità (60 piani e 60 ostacoli) che sulle pedane (alto, peso, lungo, triplo), con gare che avranno inizio alle ore 9.45 del mattino (ritrovo ore 9.00) per una lunga giornata dedicata all’atletica leggera.  DISPOSITIVO TECNICO

 

Ultimo aggiornamento Venerdì 30 Gennaio 2015 12:28

CANONE RAI 2015

E-mail Stampa PDF

FIDAL LAZIO OKScade lunedì 2 febbraio il termine di versamento del canone RAI dovuto anche dalle associazioni (categoria E) che detengono apparecchi televisivi o radio.
Gli importi sono quelli del 2014 (in virtù di quanto previsto dalla Legge di Stabilità), ossia € 203,70, iva inclusa, per la televisione, mentre per la radio il costo totale è
di € 29,94.


I versamenti di rinnovo dell'abbonamento speciale devono essere effettuati nei seguenti modi:
- presso qualsiasi Ucio Postale sul bollettino di c/c postale 2105 inviato dalla RAI o, in mancanza,richiesto alla sede regionale della RAI competente per territorio;
- tramite domiciliazione bancaria precedentemente disposta su moduli inviati dalla RAI (l'addebito del canone e' previsto solo in forma annuale).

L'abbonamento speciale dev e essere pagato annualmente, semestralmente o trimestralmente nei termini di legge (31 gennaio per il pagamento annuale; 31 gennaio e 31 luglio per i pagamenti semestrali; 31 gennaio, 30 aprile, 31 luglio e 31 ottobre per le rate trimestrali) e, in mancanza di regolare disdetta, è tacitamente rinnovato.

ROMA 6 VILLA GORDIANI, PASCOLINI RACCONTA…

E-mail Stampa PDF

PascoliniSi è svolta lo scorso Sabato 24 Gennaio, nell’accogliente cornice del teatro dell’I.C. Pirotta a Roma, la premiazione annuale della Polisportiva Popolare Roma VI Villa Gordiani, alla presenza di più di 200 persone tra atleti, tecnici, genitori ed amici. Tra gli altri c’erano l’Assessore allo Sport del V Municipio Cesare Marinucci, il Presidente della Fidal Regionale Fabio Martelli, i Presidenti delle Società collegate Roberto de Benedittis, Marco Giangrande e Giovanni Lo Giudice, oltre a grandi atleti e atlete del passato tra le quali Florinda Andreucci, Nora Di Falco, Manuela Puccetti, Barbara e Silvano Falessi. L’introduzione alla premiazione non poteva essere che di Mauro Pascolini, Direttore tecnico e primo testimone della nascita e crescita di una squadra giovanile tra le più attive sul palcoscenico regionale. Una breve conferenza per informare atleti e genitori delle direttrici tecniche che caratterizzano la scuola di atletica, quindi via con i riconoscimenti a tutti gli atleti che hanno gareggiato nel corso del 2014, con particolare spazio riservato agli atleti vincitori dei titoli nazionali, regionali e provinciali, nonché ai tanti record societari della stagione. Dopo il piacevole buffet di cibi genuini e bevande di qualità offerto dalla Polisportiva, è stato gradito il confronto con Mauro Pascolini per una esauriente intervista, che riportiamo di seguito, prima di tutto ad un grande appassionato di atletica, oltre che apprezzato tecnico e dirigente.

 

 

Un altro anno volato via, sui campi di atletica, inseguendo con lo sguardo la volata in curva di un proprio giovane atleta, incitando a gran voce quelle magliette rosse che in ogni gara portano in alto il blasone della Polisportiva Popolare Roma 6 Villa Gordiani. Allora Prof., com’è andata per la sua società nella passata stagione?

Siamo cresciuti molto in qualità e quantità: più di 200 atleti hanno gareggiato, una cinquantina a buon livello. Nei campionati di Società di cross e di pista siamo arrivati secondi sempre, in tutte le categorie… da notare che la Società vincitrice non era sempre la stessa, quindi in un’ipotetica classifica a punti saremmo i primi nella regione. A livello individuale abbiamo vinto un titolo italiano con Barbieri nella 4x100 Cadetti, due argenti individuali con lo stesso Barbieri nei 300 hs e con Raluca Lacatusu nel cross Allieve, un titolo italiano di squadra sempre nel cross Allieve con De Santis, Lacatusu e Vanzolini, tutte provenienti dalla nostra Polisportiva, e infine un titolo interregionale su pista con Bonanni, De Santis, Lacatusu, Nardozza, Piperni, Reggiero e Sagnimeni. Inoltre 5 atlete dell’ACSI Italia, provenienti dalla Polisportiva, hanno partecipato alla Coppa Europa per Società.  Tre atlete, D’Amico, Trainito e Nutarelli, hanno fatto parte della squadra del Lazio al Campionato italiano di cross mentre in quello su pista, oltre al già nominato Barbieri, hanno gareggiato Curcuianu (2.000 mt), Adamoli (1.200 st), Morseletto (triplo), mentre Catalano, che aveva fatto il “minimo” sui 300, purtroppo si è infortunato in quel periodo. I nostri atleti hanno vinto due Campionati Regionali di staffette (4x100 con Sagnimeni, Ferrazzano, Barbieri, Morseletto e svedese con Oliverio, Lupica, Barbieri e Sagnimeni); in quelli individuali Morseletto ha vinto il triplo, Curcuianu i 2.000 e Barbieri i 300 hs con un tempo da favola 39” 75, ed infine, tra le ragazze, Francesca La Greca i 60 hs. Da ultimi poi tre atleti provenienti dalla Roma 6 villa Gordiani che, nel 2014 hanno vinto un titolo Italiano di staffetta juniores: Chiara Montavon (4x100), Acsi Italia Atletica, Nicolò Romano (4x100) Acsi Campidoglio e Fabio Tardito sempre dell'Acsi Campidoglio (4x100 e 4x400). Parte e cresce nella nostra Polisportiva anche Marco Cozzoli, lanciatore polivalente, che ha vinto il titolo nel lancio del martello junior con la Cassa di Risparmio di Rieti. Molti altri risultati di valore e titoli regionali sono stati fatti dai nostri atleti delle società consorelle.

Ci piace molto rimarcare i Primati Societari che, come potete evincere dal nostro Almanacco 2014, sono ormai di alto livello. Quest’anno ne abbiamo battuti ben 39 tra tutte le categorie, con predominanza nei Cadetti (17), e 29 sono gli atleti che li hanno realizzati. Una delle soddisfazioni più grandi l’abbiamo avuta quando, sul podio regionale della 4x100, i Cadetti hanno occupato il primo e il terzo posto.

 

 

Una storia importante quella della R6VG, riprendendo l’acronimo che viene riportato nel logo della squadra. Il tutto iniziava quando e come?

Come si può evincere dall’Almanacco tutto inizia nel 1977, con la partecipazione e l’organizzazione di un Pentathlon atletico durante la fantastica Festa de L’Unità che si svolgeva in questo Parco storico. Ricordo che i Gordiani erano imperatori romani del III sec. d.C.  che avevano eretto a residenza questa zona, allora periferia verde di Roma antica. Da questo Pentathlon nacque una squadra di giovani di tutte le età che fecero da base alla futura Società Sportiva. In seguito nacque la collaborazione e simbiosi con la UISP Campidoglio; dopo alcuni anni ci fu la fusione con la CISES Frascati e ancora, qualche anno più tardi, con l’Agip Petroli: è inutile elencare le soddisfazioni, le vittorie e anche i titoli italiani conquistati con questi compagni di percorso sportivo. Nel 2005, dopo le mie esperienze nell’ambito dell’educazione motoria nelle scuole primarie e dell’infanzia, scoprimmo l’esigenza di lavorare con i giovanissimi su questo fronte, considerando che, negli anni precedenti, il mondo dell’infanzia era cambiato, soprattutto a causa dell’invasione dell’elettronica, del cibo spazzatura e del dilagare dell’uso dei farmaci. Da queste esigenze nacque la nuova scuola di Atletica leggera che, nell’anno 2009, dedicammo al nostro carissimo amico e mio allievo Riccardo De Paolis, morto prematuramente sul campo. Da allora siamo molto cresciuti e la nostra nuova Società collegata è diventata la pluri-scudettata ACSI Italia Atletica, nella quale oramai militano molti atleti provenienti dalla Polisportiva Popolare Roma 6 Villa Gordiani e, guarda caso, il suo Presidente è un nostro ex atleta e mio allievo, Roberto De Benedittis.

 

 

Un periodo lunghissimo, nel quale sono passati sotto i suoi insegnamenti tanti giovanissimi, alcuni dei quali saliti alla ribalta anche da più grandi. Ce ne ricorda qualcuno?

Non è facile ma possiamo parlare, prima di tutto, di Gabriella Stramaccioni, attuale dirigente di Libera, Simona Perilli, Marco Ciorba, Giampaolo Tascio, delle gemelle Florinda e Lucilla Andreucci, entrambe nazionali di maratona, di Giulio Ibba, medaglia di bronzo agli Europei giovanili Juniores, Massimiliano Monteforte, Manuela Puccetti, e gli innumerevoli atleti di Frascati e dell’Agip Petroli, alcuni dei quali sono qui presenti e con tutti abbiamo mantenuto ottimi rapporti. La cosa più bella che sento spesso è una frase ricorrente per molti atleti:” A Professo’, è stato er periodo più bello d’a vita mia”.

 

 

Quale è secondo Lei la ricetta per mantenere una società di atletica per tanti anni sulla breccia? Quali sono le maggiori difficoltà?

La maggiore in assoluto è quella di sposare il progetto: non tutti riescono ad essere coerenti con le proposte. Noi lavoriamo per educare bambini e giovani a diventare uomini e donne che sanno stare al mondo, con il rispetto degli altri e di sé stessi e che abbiano voglia di crescere.

 

 

Oggi la vostra squadra quanti iscritti conta? Ci può fare il quadro della situazione con qualche cifra sui ragazzi che avete, sui tecnici e le dimensioni della società?

Abbiamo fatto un’ottima stagione, anche in considerazione dei nuovi gruppi di Cecchina di Vincenzo Iacoangeli, dei Marmi di Stefania Ferdinandi e di quello del Paolo Rosi di Paolo Borgiani, che sono andati ad aggiungersi al folto gruppo di Cerveteri di Loredana Ricci e a quello degli Eucalipti di Michele Sicolo, Fernando Tampelloni, Stefano Catania e a quello delle Terme degli allenatori della Campidoglio. Abbiamo più di 250 atleti, di cui ben 202 hanno gareggiato. Naturalmente il gruppo centrale della Roma6 (quello che si allena a Villa Gordiani, circa 80 atleti) è stato come sempre un punto di riferimento piuttosto solido. Inoltre, circa una trentina di atleti più grandi che ormai gareggiano per le Società consorelle ACSI Campidoglio e ACSI Italia Atletica.

 

 

In questo lungo periodo nelle vesti soprattutto di tecnico e professore ha potuto constatare i cambiamenti della società che, di fatto, si riflettono anche nei ragazzi e nel loro approccio con lo sport. Secondo Lei quali sono stati i cambiamenti più evidenti nella pratica dello sport giovanile ed in particolare nell’atletica?

Questa domanda ci riguarda da vicino ed è stata oggetto di molte nostre ricerche e lavori, tradotti poi in alcuni libri ed articoli di cui consiglio la lettura, primo fra tutti “Dal cucciolo al fanciullo, dal giovane al campione”, nel quale si analizza la realtà attuale dei giovani, dei loro stili di vita, della eccessiva sedentarietà, delle distrazioni e di tutto ciò che li rende fragili e tal volta inadatti all’allenamento. Inoltre sono calate le motivazioni che fino a vent’anni fa erano presenti in tutti i giovani: se, ad esempio, chiedo ad un ragazzo se vuole migliorare è probabile che questo mi risponda sì, senza capire cosa significa. Non tutti sono coscienti della loro crescita. Se dovessi chiedere ad un ragazzo “vuoi diventare un campione?” è invece molto probabile che per paura di assunzione di responsabilità mi risponderebbe evasivamente. Parecchi ragazzi non hanno idea di cosa sia il lavoro necessario per ottenere dei risultati...

 

 

Cosa pensa si dovrebbe fare per avvicinare di più i giovani allo sport?

Ci vorrebbe un libro intero. Tuttavia crediamo che lo sport faccia parte della cultura imprescindibile del movimento. L’organizzazione del movimento stesso è una necessità primordiale, di conseguenza la nostra specie non può farne a meno. Soltanto la scuola, con le istituzioni connesse, può intervenire su tutta la popolazione per ottenere risultati migliori. 

 

 

Voi avete un vivaio particolarmente rigoglioso, vera e propria riserva per l’atletica laziale. Le dà un po’ fastidio veder andar via ad ogni stagione i migliori giovani con il passaggio di categoria? Le piacerebbe impegnarsi di nuovo anche con i più grandi, come accaduto in passato?

Siamo collegati con le Società sopraenunciate e collaboriamo e lavoriamo con loro continuando ad allenare i nostri ragazzi. Non abbiamo problemi di “fastidi” o “invidie”, l’importante è aiutare i nostri atleti a crescere e migliorarsi.

 

 

La vostra società tradizionalmente aderisce al campus estivo organizzato dall’Assital ad Abbadia San Salvatore. Quanto è importante per i ragazzi un ritiro sportivo come quello?

E’ il nostro fiore all’occhiello del momento sportivo-educativo che tentiamo di trasmettere ai nostri giovani atleti. Partecipiamo con una quarantina di ragazzi ai raduni ASSITAL e otteniamo dei risultati in una settimana (comportamenti, educazione, alimentazione ma anche tecniche sportive che non riusciamo ad ottenere in un anno intero). Salvo poi tornare in famiglia… ci è capitato che una mamma, al termine del raduno, è venuta a prendere il figlio con una lattina di una famosa bevanda in mano, temendo una crisi di astinenza dal prodotto preferito di cui al raduno invece il ragazzo non ha mai sentito la necessità.

 

 

Torniamo alle sorti della R6VG: 2015, gli obiettivi sono chiari?

L’obiettivo è sempre uno: crescere i ragazzi in maniera sana e  pulita. Gli obiettivi sportivi sono soltanto una conseguenza, eventuale, di una filosofia che è nel nostro DNA. Aiutare un giovane a crescere in circolo e in spirale, cioè a tutto tondo e guardando sempre avanti ed in alto.

 

 

Intervista a cura di Simone Proietti 

Nella foto: Mauro Pascolini (Foto Simone Proietti/Fidal Lazio)

Ultimo aggiornamento Martedì 27 Gennaio 2015 22:51

INDOOR: PAOLETTA-DRAISCI DUELLO SPRINT TRA FORMIA ED ANCONA

E-mail Stampa PDF

Draisci Le due velociste infiammano le riunioni di Formia ed Ancona, in una bella sfida a distanza sui 60 metri. Buoni riscontri di partecipazione nella cittadina pontina, dove l’impianto indoor del Centro di Preparazione Olimpica del CONI è stato preso d’assalto da centinaia di atleti. Consueta domenica di gare al Banca Marche Palas, con un esteso contingente di atleti laziali in gara. Il resoconto dei risultati più importanti dalle due riunioni.

Formia: per un giorno lo splendido impianto coperto all’interno del Centro di Preparazione Olimpica CONI diviene un punto di ritrovo per l’atletica laziale, coinvolgendo anche un buon numero di atleti provenienti dalle altre regioni, Campania su tutte.

Tra i migliori risultati conseguiti dai laziali, spicca il 7.98 sui 60 ostacoli uomini del reatino Luca Trgovcevic (Studentesca Ca.Ri.Ri) per la prima volta sotto la barriera degli 8 secondi (8.00 in batteria). In scia ottimo anche l’8.08 del compagno di squadra Simone Poccia. Da segnalare poi il successo della cadetta Benedetta Felici (Atl. Viterbo) nel salto in alto con 1.50, imitata tra le assolute da Alessia Palmaccio (Studentesca Ca.Ri.Ri) con 1.66, così come la vittoria sulla pedana del lungo per Benedetta De Pasquale (ASD Atletica Latina 80), con 4.84, che ha poi chiuso seconda sui 60 metri in 8.39. La promessa Samuele Cerro (Studentesca Ca.Ri.Ri) non va oltre i 6.40 nel lungo, mentre nell’asta donne si rivede Sarah Selleroli (Olimpia Nettuno), prima con un salto oltre i 3.20. Nell’alto maschile, Andrea Flaccavento (Tirreno Civitavecchia) è secondo con 1.86, davanti all’inossidabile Marco Mastrolorenzi (Romatletica Fottworks), classe 1960, capace di 1.70. Sul rettilineo dello sprint, trova il successo il cadetto Andrea Campisano (Fiamme Gialle Simoni) in 7.53, anche se le performance più eloquenti arrivano dai più grandi, con il miglior crono in qualificazione del campano Massimiliano Ferraro (Enterprise Sport&Service) in 6.82. La vittoria in finale va poi al romano Alessio Moscetti (Biotekna Marcon) su Gianluca Beltramini (Firenze Marathon) in 6.94, dopo che lo stesso Moscetti aveva corso in 6.88 in batteria.  In risalto anche il 7.01 dello junior Gabriele Gargano (Fiamme Gialle Simoni) vincitore della finale 3. Al femminile sale in cattedra Jessica Paoletta (Esercito), al successo in 7.51 (7.49 in batteria), davanti a Ludovica Gigantino (Acsi Italia) seconda in 8.17. Nel peso infine discreti risultati per Eleonora Cassalini (Acsi Italia) con 12.72, e per Marco Conte (Studentesca Ca.Ri.Ri) primo tra gli juniores con 12.78.  Sempre nella riunione di Ancona da segnalare la migliore prestazione italiana F60 per Anna Micheletti (Romatletica Footworks) sui 400 metri, coperti in un notevole 1:12.54.

RISULTATI (Formia 25 gennaio)

 

 

Ancona: Fuochi d’artificio sui 3000 metri uomini fra i fratelli Abdikadar. L’aviere Mohad stavolta deve inchinarsi all’ottima condizione di forma del fratello Mohamed (Studentesca Ca.Ri.Ri), che trova la giornata giusta per correre a livelli da personale. Ne esce così un ottimo 8:15.57, appena 9 decimi avanti al fratello, e soprattutto quasi sette secondi meglio del precedente record personale. Al femminile bis di Silvia Cavaliere (RCF Roma Sud) dopo i 1500 metri del giorno prima, con un terzo posto sui 3000 in 10:33.77, preceduta dalla laziale in forza all’Atl. Brescia, Sveva Fascetti (9:41.97). Sui 400 metri scende sotto i 56 secondi Betsy Torriente (Atl. Roma Acquacetosa), secondo crono di giornata con un eccellente 55.77. Alle sue spalle bene anche Elisabetta Sisti (Acsi Italia) in 59.05 e l’allieva Alessia Tirnetta (Olimpia Nettuno), sotto il minuto con 59.49. Nello sprint Ilenia Draisci (Esercito) vola in 7.49 sui 60 metri, imponendosi sull’altra laziale Giulia Arcioni (Forestale), seconda in 7.60, in una finale in cui trova spazio anche l’allieva Noemi Ruggeri (Olimpia Nettuno) al traguardo in 7.92. Nel lungo uomini, il duello laziale fra Marco D’Agostinis (Acsi Campidoglio Palatino) e Matteo Mantua (Fiamme Gialle Simoni), premia il primo con 7.02, appena un centimetro meglio del più giovane avversario. Nell’alto donne ha aggiunto un centimetro al personale Prisca Gulienetti (Esercito Sport&Giovani), grazie ad un secondo posto in 1.62, misura fallita per tre volte da Valeria Carvetti (Studentesca Ca.Ri.Ri), quarta con 1.58. Dopo i problemi di rincorsa nel lungo si è rivista Valentina Kalmykova (Olimpia Nettuno), stavolta nel triplo, dove ha chiuso seconda con un buon 12.12, che migliora lo stagionale. Dietro di lei la romana Priscilla Carlini (Acsi Italia) non va oltre 11.93. Nei lanci si fa notare l’allievo Giorgio Bocci (Studentesca Ca.Ri.Ri) che frantuma il personale con nel peso con un buon 14.66. C’è spazio anche per la marcia con i buoni piazzamenti di Chiara Tommasi Mavar (Esercito Sport&Giovani), seconda sui 3000 metri Cadette in 15:52.98, ed il compagno di squadra Giacomo Foffo, primo sui 2000 Ragazzi in 11:15.94.

RISULTATI (Ancona 25 gennaio)

 

 

 

 

Ultimo aggiornamento Giovedì 26 Febbraio 2015 18:48

VIGLIOTTI CAMPIONE ITALIANO

E-mail Stampa PDF

Vigliotti e IrreraPadova (Palaindoor): Un grande Vincenzo Vigliotti porta nel Lazio il primo titolo italiano dell’anno. Dopo il trionfo dello scorso anno tra le Promesse, l’atleta della Studentesca Ca.Ri.Ri si presentava come uomo da battere a Padova. Al termine di una due giorni particolarmente impegnativa, vissuta sulla sfida da vicino con il lombardo Nicolò Casale, il sabino ha bissato il primo posto nella categoria Promesse con 5202 punti, chiudendo terzo nella classifica assoluta, alle spalle dei soli Cairoli e Ribolzi. Per Vigliotti oltre ai buoni risultati su 60 metri e salto in lungo, è arrivato anche 8.67 sui 60 ostacoli. Nella gara Promesse, all’ombra della sfida di testa è riemerso nella seconda giornata anche l’altro reatino Roberto Paoluzzi, bravo a centrare il terzo posto con 5069 punti, frutto anche di un buon 1000 metri corso in 2:42.04. 

La polivalenza di Mattia Di Panfilo (Atl. Futura) viene fuori anche a questi Tricolori indoor di prove multiple, consentendo al pometino di ottenere uno splendido secondo posto nel Pentathlon Allievi. La performance migliore è arrivata neanche a dirlo dai 60 ostacoli, specialità di gran lunga preferita dal pometino, nella quale ha corso in 8.25, abbassando di un centesimo il personale ottenuto una settimana fa a Casal del Marmo, sulla distanza con barriere alte 0,91. Nelle altre prove sono arrivati 1,92 nell’alto, 10.83 nel peso, 6.66 nel lungo oltre ad un buon 2:54.73 sui 1000 per un punteggio complessivo di 3638 punti che lo ha messo alle spalle del solo lombardo Marco Leone. Nella stessa gara si è difeso bene anche Lorenzo Irrera (Studentesca Ca.Ri.Ri), alla fine settimo con 3287 punti. Nei primi dieci anche il romano Matteo Chiusolo (Sportrace), con 3142 punti, tra cui anche un buon 8.76 sui 60 ostacoli, mentre chiude la classifica Davide Scagnoli (RCF Roma Sud), con 2734 punti. Nel pentathlon femminile, si distingue Dariya Derkach (Aeronautica), seconda con 4032 punti, condito da un buon 8.68 sui 60hs e un 6.10 nel lungo. Bene anche Elena Vallortigara (Forestale) quarta con 3558 punti ed un buon 1.83 nell’alto, con la compagna di squadra Ottavia Cestonaro che chiude in nona posizione (quarta tra le promesse) con 3260 punti (6.11 nel lungo).

 

 

Nella foto: Vincenzo Vigliotti con Lorenzo Irrera dopo il trionfo dello scorso anno (Foto Studentesca Ca.Ri.Ri)

Ultimo aggiornamento Giovedì 26 Febbraio 2015 18:47

VISCA RECORD: 56.87 NEL GIAVELLOTTO

E-mail Stampa PDF

visca 541Nella prima fase regionale umbra, a Narni, Carolina Visca centra il primato italiano con il giavellotto da 400g. La cadetta prodigio delle Fiamme Gialle Simoni scaglia l’attrezzo a 56.87, demolendo il precedente primato italiano, fermo al suo 54.60 dello scorso 11 settembre. Superlativi anche gli altri tre lanci a disposizione, rispettivamente di 55.37, 53.27 e 54.12.

Intanto allo Stadio della Farnesina di Roma sta proseguendo la seconda prova del Trofeo Invernale di Lanci. Di seguito il resoconto in corso di aggiornamento delle gare finora disputate:

Martello: fa notizia il rientro dell’azzurra Silvia Salis (Fiamme Azzurre) prima con 68.10, davanti a Victoria Horn (Acsi Italia) seconda con 46.04. Sensibile miglioramento per la junior Caterina Manni (Studentesca Ca.Ri.Ri), che supera se stessa con un lancio da 47.32. Tra gli uomini sfiora i 70 metri Simone Falloni (Aeronautica), con 69.38, mentre tra le Promesse Patrizio Di Blasio (Atl. Futura) ottiene un buon 66.21. Un altro Di Blasio dell’Atletica Futura in evidenza nella gara Allievi-Juniores, si tratta del più piccolo Tiziano, junior capace di un buon 62.72, davanti all’allievo Omar Chirico (Fiamme Gialle Simoni), che con 51.23 non migliora la prestazione di due settimane fa a Rieti. Tra le Allieve va più lontano di tutte Elisabetta Luchetti (Alto Lazio) con 41.24.

Disco: spicca su tutti il 60.64 di Federico Apolloni (Aeronautica) nella gara uomini. Buono anche il 40,35 con cui Claudia Bertoletti (Studentesca Ca.Ri.Ri) si piazza seconda tra le Allieve, trascinando ad un buon risultato ance la compagna di squadra Martina Carnevale, terza con 35.59. Primo posto per l’allievo Gianluca Frezza (SS Lazio Atletica) con 27.29, così come per le solitarie Giulia Concilio (Acsi Palatino Campidoglio), con 29.83 tra le Promesse, e Michela Colli (Pol. Università Foro Italico), con 36.69 nella gara assoluta femminile.

Giavellotto: il duello junior fra Giovanni Bellini (Studentesca Ca.Ri.Ri) e Pietro Calabrò (Fiamme Gialle Simoni) si risolve a vantaggio del primo grazie ad un lancio da 53.09. Alle loro spalle si piazza l’allievo Ludwig Schertel (Alto Lazio) con un miglior lancio da 43.27. Un 50.51 regala la vittoria ad Alfons De Iorio Frisari (Atl. Futura) tra le Promesse. Citazioni infine per Gianluca Tamberi (Fiamme Gialle) che non va oltre 61.43, e Zahra Bani (Fiamme Azzurre), sotto il muro dei 50 metri, con 49.40.

RISULTATI

L’appuntamento di lanci alla Farnesina è stato occasione di ritrovo anche per diversi atleti Master impegnati nel trofeo invernale a loro dedicato. Nel disco è messa in evidenza Carla Ricci (ASD Liberatletica), SF60, con un lancio da 20.67, dopo che la stessa atleta aveva lanciato il martello a 26.17. Buona prova anche per Fabrizio Scipioni (Acsi Campidoglio) primo con 46.32 nel martello, dove si è distinto anche Sergio Balducci (Cus Roma), SM55, con 31.75. È andato oltre i 38 metri nel disco Roberto Sagoni (G.Scavo 2000), SM65, con 38.08 all’ultimo lancio, mentre Sandro Sangermano (Romatletica Footworks), SM60, ha fatto segnare un 33.51 nel martello da 5Kg. Primi posti nel martello anche per Giuliano Vannini (ASD Liberatletica), SM70, 30.43, e Giorgio Bracco (Cus Roma), SM80, 25.07. Nel giavellotto infine successo in solitaria per Giuseppe Passarelli (Tirreno Civitavecchia) SM65 con 29.48.

 

Bianchetti-Secci sfida a distanza: dalla giornata di ieri, sabato 24 gennaio, da segnalare anche i risultati nel getto del peso conseguiti al Trofeo Carla Sport di Schio (Vicenza), da parte dei giganti Sebastiano Bianchetti (Studentesca Ca.Ri.Ri) e Daniele Secci (Fiamme Gialle). Il sabino si è imposto nella gara juniores con un magistrale 19.56, avvicinando il primato italiano di categoria detenuto proprio da Secci, che invece per l’occasione si è imposto con l’attrezzo da 7,260 Kg, con un lancio da 18.67.

 

Nella foto: Carolina Visca fotografata vicino alle cifre del suo precedente primato italiano sul giavellotto 

 

Ultimo aggiornamento Giovedì 26 Febbraio 2015 18:47

El Mazoury e Soufyane vincono la Corsa di Miguel

E-mail Stampa PDF

miguel 2007Di corsa nel nome di Miguel. Erano in settemila questa mattina a Roma all’arrivo della gara competitiva XVI Corsa di Miguel, la manifestazione sui 10 chilometri dedicata al poeta e maratoneta argentino Miguel Benancio Sanchez, nel 1978 vittima del regime militare argentino.  Come ogni anno era presente Elvira Sanchez, la sorella di Miguel, che ha dato il via ai partecipanti insieme al presidente del CONI Giovanni Malagò (poi in veste di runner), all'assessore allo Sport di Roma Capitale Paolo Masini e alla deputata Laura Coccia. Alla fine sono stati 3.941 gli appassionati al traguardo, allestito all’interno dello splendido Stadio dei Marmi dedicato a Pietro Mennea, della gara competitiva ma ha avuto ottimi riscontri anche la "Strantirazzismo", stracittadina non competitiva di 4 chilometri partita dal Ponte della Musica. 

A vincere sono stati due azzurri: Ahmed El Mazoury e Laila Soufyane, entrambi primi con oltre un minuto di margine sulla concorrenza. Il portacolori delle Fiamme Gialle è stato l’unico ad abbattere il muro della mezz’ora, fermando i cronometri a 28:57. Alle sue spalle Riccardo Passeri, dell’Aeronautica (30:08) e il siepista Patrick Nasti (Fiamme Gialle, 30:08). Tra le donne è netta la vittoria di Soufyane, in maglia Esercito, prima in 34:03 davanti ad Eleonora Bazzoni (RFC Roma Sud, 35:41) e Paola Salvatori (US Roma, 36:29). 

MARCIA, PALMISANO SHOW - Ed anche quest’anno la Corsa di Miguel ha confermato la manifestazione per i marciatori, impreziosita nuovamente dalla presenza di alcuni fra i migliori specialisti azzurri del tacco e punta. A brillare, nella 10 chilometri, è stata soprattutto Antonella Palmisano. La portacolori delle Fiamme Gialle ha concluso la distanza, che non può essere considerata come competizione ufficiale e il cui crono vale dunque solo come curiosità, in 41:27, esibendo agli occhi degli addetti ai lavori un’ulteriore crescita e un buon stato di forma. La pugliese, in agosto settima in 1h28:43 nella 20km degli Europei di Zurigo, si accinge ora a partire per un periodo di allenamento ad Albuquerque (Stati Uniti) per poi tornare in gare in occasione dei Tricolore indoor. Per il primo appuntamento ufficiale sulla distanza Olimpica bisognerà aspettare invece il 21 marzo allo IAAF Race Walking Challenge Permit di Dudince (Slovacchia). Oggi hanno affrontato marciando la Corsa di Miguel anche i compagni di allenamento a Castelporziano, tutti allenati da Patrizio Parcesepe, Marco De Luca (Fiamme Gialle), arrivato al traguardo in 40:10 (26 secondi meglio del crono ottenuto nell’ultima edizione), e Francesco Fortunato (ASD Enterprise Sport&Service) subito alle sue spalle in 40:11. 

(Da comunicato stampa organizzatori)

Ultimo aggiornamento Domenica 25 Gennaio 2015 16:04

MARCIA, BUONA PARTENZA A SAN CESAREO

E-mail Stampa PDF

MarciaGruppogiovaniHa preso il via questa mattina dal campo sportivo di San Cesareo il Trofeo Lazio di Marcia “Fulvio Villa” 2015, con la prima prova di una manifestazione che nel corso degli ultimi anni ha portato sulle piste e sulle strade della regione centinaia di marciatori in erba, alcuni dei quali arrivati a rivestire un ruolo di primo piano sul palcoscenico nazionale.

Ecco allora spiegato il valore promozionale che riveste la presenza in gara le diverse decine di giovanissimi delle categorie Esordienti, protagonisti assoluti in tutta la prima parte di mattinata della riunione organizzata dal GSD Libertas Atletica San Cesareo, in collaborazione con il Comitato Provinciale Fidal Roma Sud ed il Comitato Regionale Fidal Lazio. Proprio la società della cittadina in provincia di Roma ha portato ancora una volta al traguardo un gran numero di atleti tra i più giovani, rinnovando la bella sfida con i cugini del Circolo Ricreativo Libertas Valmontone.

Una tecnica più nitida affiancata ad una preparazione fisica più attenta hanno contraddistinto poi le gare delle categorie maggiori, a cominciare dalle Ragazze impegnate sui 2000 metri, dove ha fatto la differenza la fuori regione Angela Di Fabio (Polisportiva Tethys Chieti), autrice di un netto cambio di ritmo a 300 metri dalla fine sulla battistrada Valeria Passeri (SS Lazio Atletica), seconda al traguardo in 11:11.5, seguita a distanza da Miriam Franco (Colleferro Atletica). Esaltante anche la prova di Fernando Arcangeli (Circolo Ricr. Lib. Valmontone) che, sui 2000 metri Ragazzi, ha preso il comando sin dalle prime battute, per vincere in solitaria in 10:48.1 sul piccolo contingente delle Fiamme Gialle Simoni, con Francesco Romanzi ed Edoardo Carosi a completare il podio.

Dominio incontrastato sui 3000 metri Cadette anche per Valentina Mansutti (ASD Atletica Latina 80) che non ha mostrato la minima esitazione a prendere la testa della gara, per poi vincere in 16:18.7, con cospicuo distacco sull’inseguitrice Chiara Raschiatore (SS Lazio Atletica), mentre per il terzo posto è stata lotta sino alla fine tra Giada Barlecchini (ASD Atletica Latina 80) e Daniela Pagnanelli (Fiamme Gialle Simoni), con quest’ultima ad anticipare l’avversaria sulla linea di arrivo.

Sui 5000 metri, una partenza unica tra Cadetti, Allieve e categorie assolute femminili, ha ben presto rimescolato le posizioni nel corso della gara, condotta con autorità da Anthea Mirabello (Fiamme Gialle Simoni), seguita a distanza dalla sorella e compagna di squadra Angelica. E proprio Anthea Mirabello alla fine taglia per prima il traguardo in 24:36.2, con il secondo posto di Angelica Mirabello, mentre il terzo posto assoluto va alla promessa Diana Cacciotti (Acsi Italia). Completa il podio Allieve Nicoleta Anton (Intesatletica), che ha tenuto il vantaggio sulla tenace Prisca Simonetti (Acsi Italia). Tra i Cadetti il successo è andato invece a Dominic Rossi (Studentesca Ca.Ri.Ri), su Simone Conte (ASD Atletica Latina 80) e Marco Pascarella (Atl. Aurora Segni) che conquista il terzo gradino del podio.

Nella prova maschile infine successo facile per l’allievo Simone Mansutti (Intesatletica), che chiude i 5000 metri in 22:49.0. Alle sue spalle i master Luigi Paulini (AS Kronos Roma 4) e Mauro Menini (GSD K42 Roma), mentre l’altro allievo in pista, Marco Belli (Circolo Ricr. Lib. Valmontone), ha chiuso al nono posto, in una gara che ha visto la presenza anche di due atleti M80, Enrico Mariotti (Italia Marathon Club) e Nazzareno Proietti (GSD K42 Roma).

RISULTATI SAN CESAREO

Simone Proietti

(Foto di Simone Proietti)

 

Ultimo aggiornamento Domenica 25 Gennaio 2015 15:03

INDOOR: PADOVA CHIAMA, ANCONA RISPONDE

E-mail Stampa PDF

Palaindoor089Un altro intenso fine settimana di gare al coperto è partito con i Tricolori di prove multiple a Padova, dove  il reatino Vincenzo Vigliotti è in lotta per la zona podio. Nelle Marche pioggia di buoni risultati per la nutrita schiera di atleti laziali impegnati nel sabato di gare al coperto.

PADOVA (Palaindoor): Nella prima giornata degli Italiani di Prove Multiple indoor, Lazio protagonista grazie a Vincenzo Vigliotti (Studentesca Ca.Ri.Ri), che nell’Eptathlon chiude la prima giornata secondo assoluto e primo tra le Promesse, con 3046 punti, nella classifica comandata dal lombardo Simone Cairoli (Atl. Lecco), in testa con 3231 punti. Vigliotti ha aperto alla grande le sue fatiche, risultando il più veloce sui 60 metri con 7.00, per poi chiudere con la terza misura nel lungo (7.07). Nel pomeriggio c’è stato ancora tempo per un 1.93 nell’alto e per il primato personale nel peso con 11.95. Insegue a buon ritmo il compagno di squadra Roberto Paoluzzi, sesto al giro di boa della prima giornata con 2743 punti.

Tra le giovani atlete del Pentathlon Allieve si è difesa la debuttante Giulia Poeta (Acsi Italia), alla fine dodicesima con 3030 punti. Tra le sue gare un’ottima prova è arrivata sui 60 ostacoli, dove ha demolito il personale con 9.36, crono che rappresenta anche il minimo di specialità per i campionati italiani. Prova di valore anche nell’alto, con un volo oltre 1.62, segnali importanti per un’atleta al rientro da problemi fisici patiti nel corso della passata stagione.

RISULTATI PADOVA

 

ANCONA: prima giornata di gare scoppiettante al Banca Marche Palas, con risultati di prestigio a raffica da parte degli atleti laziali. Iniziando dalla velocità, Alessandro Galati (Atl. Futura) domina i 200 metri con un eccellente 21.87, 6 centesimi sotto il precedente limite personale, in una gara che regala soprattutto il 22.33 dell’altro fenomeno della compagine romana, l’allievo Mario Marchei, che si supera virtualmente anche rispetto al proprio primato all’aperto. Tra le donne si fanno notare le sorelle Elisabetta e Giovanna De Andreis (Acsi Italia), tra i più veloci crono di giornata, rispettivamente al traguardo in 25.28 e 25.32. Altra prestazione di livello anche per Betsy Torriente (ATl. Roma Acquacetosa) con 25.75, seguita da Rachel Malamo (Studentesca Ca.Ri.Ri) con 25.83, mentre l'allieva Alessia Tirnetta (Olimpia Nettuno) ferma i cronometri a 25.98. La stessa Malamo ha poi ben figurato sui 60 ostacoli che salutavano il rientro di Veronica Borsi (Fiamme Gialle). Così, se la Borsi si imponeva in 8.40, la reatina finiva terza in 9.02. Al maschile in evidenza tra le barriere Leonardo Bizzoni (Studentesca Ca.Ri.Ri), al successo con 8.14 (in batteria 8.19) tra gli juniores, alle sue spalle si migliora sensibilmente l’altro junior Claudio Cioccoloni (Atl. Futura) con 8.47. Vittoria anche per l'altro sabino, Stefano Santoprete, primo sui 60 hs Allievi con 8.30 (in batteria 8.28).

Parla laziale il mezzofondo con duelli accesi nelle posizioni di testa. Sugli 800 metri maschili la spunta Giovanni Bellino (Fiamme Gialle) sui più giovani Lorenzo Cacciamani (Atl. Futura) e Matteo Pacenza (Acsi Campidoglio Palatino), a seguire nell’ordine con 1:54.64 e 1:55.73. Merita una citazione anche il quarto arrivato, Daniele Olivieri (Atl. Futura), al traguardo in 1:55.78. Si ripete un poker laziale nella gara femminile, con Erika Picher (Studentesca Ca.Ri.Ri) brava a portare a casa la vittoria in 2:13.19, precedendo sulla linea di arrivo la junior Elisa Serafini (Atl. Roma Acquacetosa), seconda in 2:13.92, e Marta Castelli (RCF Roma Sud) terza in 2:15.02. Grande prestazione la sigla anche l’allieva Martina Tozzi (Fiamme Gialle Simoni), quarta in 2:15.04.

Nei 1500 metri i migliori laziali sono Orlando Castellano (Atl. Roma Acquacetosa) con 4:00.22 e Giulian Massarelli (RCF Roma Sud), vincitore della seconda serie in 4:07.54. Chi invece domina la distanza è ancora una volta Francesca Rosa (Atl. Colosseo 2000), vicina al personale con 4:37.32. Più indietro, buoni riscontri per Isabella Papa (Tirreno Civitavecchia), terza in 4:44.14, con Silvia Cavaliere (RCF Roma Sud), staccata quarta in 4:53.15.

Nei concorsi da segnalare l’eloquente successo nel triplo dello junior Simone Forte (Fiamme Gialle), con un notevole 15.82, a venti centimetri dallo straordinario personale di 16.02. Vittoria a 2 metri esatti nell’alto di Nicolas De Luca (Atl. Futura), mentre nel salto in lungo donne primeggia Valentina Kalmykova (Olimpia Nettuno), che pur non andando oltre 5.60, tiene a distanza Alessandra Antonacci (Studentesca Ca.Ri.Ri). Menzione di riguardo anche per Julaika Nicoletti (Forestale) autrice di un superlativo 17.97 nel peso.

RISULTATI ANCONA

   

FERMO: Roberta Bruni (Forestale) si impone nel classico appuntamento marchigiano dedicato al salto con l’asta, con un valicamento oltre 4.20 giunto alla prima prova, per poi fallire i tre tentativi a disposizione a 4.40. Alle sue spalle bene l’allieva Martina Turco (Studentesca Ca.Ri.Ri), terza con 3.30 alla seconda prova. Al maschile Alessandro Sinno (Aeronautica) è secondo con 5 metri esatti, mentre lo junior Leonardo Azara (Fiamme Gialle Simoni) non va oltre i 4.50, quarto assoluto.

 

FASSINOTTI RECORD: da segnalare l'ennesima impresa di Marco Fassinotti (Aeronautica) che eguaglia il primato italiano di salto in alto con 2.34 durante il Meeting di Hustopece, nel quale vince così come l'altra italiana Alessia Trost (Fiamme Gialle), prima nella gara femminile con 1.96

 

 

 

 

 (Foto Fidal Marche)

Ultimo aggiornamento Giovedì 26 Febbraio 2015 18:47

AVVISO: GARE LANCI FARNESINA 25 GENNAIO

E-mail Stampa PDF

FIDAL LAZIO OKSi avvisa che a seguito della coincidenza di orario tra le gare di lanci, previste allo Stadio della Farnesina domenica 25 gennaio con ritrovo alle ore 9.00, e la Corsa di Miguel, che prenderà il via dalla Farnesina alle ore 9.30  (ritrovo alle ore 8.00), sono probabili difficoltà nel trovare parcheggio, vista l’elevata affluenza di partecipanti alla manifestazione podistica. Si invita pertanto i partecipanti al Campionato Italiano Invernale di Lanci (2° prova regionale) ed al Trofeo Invernale Lanci Master, ad anticipare l’arrivo presso lo Stadio della Farnesina. Si precisa che l’orario delle gare rimane invariato così come indicato al seguente link:

DISPOSITIVO TECNICO LANCI FARNESINA

MEETING AURUNCI INDOOR: VARIAZIONE ORARIO

E-mail Stampa PDF

FIDAL LAZIO OKSi comunica che per la manifestazione regionale indoor denominata “Meeting Aurunci” e prevista per domenica prossima, 25 gennaio, presso il Centro Preparazione Olimpica di Formia, sono state apportate delle modifiche al programma orario a seguito della chiusura delle iscrizioni.

E’ possibile visualizzare il nuovo programma orario al seguente link: NUOVO ORARIO MEETING AURUNCI

TRICOLORI MULTIPLE A PADOVA. NEL LAZIO MARCIA, INDOOR E LANCI

E-mail Stampa PDF

formia indoorNel fine settimana sarà l’assegnazione dei primi titoli tricolori del 2015 a catalizzare l’attenzione, con gli Italiani di Prove Multiple a Padova. A San Cesareo partenza anche per la marcia, con la prima prova del Trofeo Villa, mentre a Formia sarà una domenica di gare al coperto per molti atleti laziali. Domenica di gare anche alla Farnesina di Roma con la seconda prova del Campionato Invernale di Lanci.

 

Prove Multiple: il 24 e 25 gennaio al Palaindoor di Padova andranno in scena i Campionati Italiani Indoor di Prove Multiple con diversi laziali tra i protagonisti annunciati. Su tutti il reatino Vincenzo Vigliotti (Studentesca Ca.Ri.Ri), atleta da battere tra le Promesse, campione italiano in carica grazie ai 5104 punti messi insieme nell’Eptathlon lo scorso anno. Assieme a lui ci sarà anche il compagno di squadra Roberto Paoluzzi. Debutto nel Pentathlon Allievi per Mattia Di Panfilo (E Servizi Atletica Futura) già in evidenza lo scorso weekend a Roma, in una gara che vedrà tra i probabili protagonisti anche Lorenzo Irrera (Studentesca Ca.Ri.Ri). Più difficile il compito per l’allieva Giulia Poeta (Acsi Italia), che partirà da metà classifica in base agli accrediti d’iscrizione. Tra le donne occhio infine all’atleta del G.S. Forestale, Ottavia Cestonaro, a caccia della maglia tricolore nell’Eptathlon Promesse. 

 

Formia: una giornata di gare nel Centro di Preparazione Olimpica CONI di Formia, in provincia di Latina, è sempre qualcosa di speciale. Per Domenica 25 gennaio, il Comitato Provinciale Fidal Latina, capeggiato dal Presidente Giampiero Trivellato, ha confezionato il "Meeting Aurunci Indoor", una lunga giornata di gare indoor, che prenderanno il via alle 10.00 del mattino per protrarsi sino a pomeriggio inoltrato. Le gare saranno aperte dai Cadetti ai Master e si divideranno tra il rettilineo dello sprint e le pedane dei concorsi. E’ la risposta laziale alla consueta due giorni di gare al Banca Marche Palas di Ancona, che vedrà coinvolti anche questo weekend diversi atleti della nostra regione. DISPOSITIVO TECNICO

 

Marcia: presso lo Stadio Comunale della cittadina di San Cesareo, alle porte di Roma, prenderà il via la mattina di domenica 25 gennaio il Trofeo Lazio di marcia “Fulvio Villa”, con la prima prova organizzata dal GSD Libertas Atletica San Cesareo. Dai giovanissimi delle categorie Esordienti ai Master, sarà l’occasione per assistere ad una giornata di festa all’insegna della marcia, con gli atleti che si sfideranno su percorsi compresi tra i 400 metri ed i 10 km. La manifestazione sarà valida anche come Campionato Provinciale Individuale Fidal Roma Sud. DISPOSITIVO TECNICO

 

Roma (Stadio Farnesina): Dopo Rieti, è Roma ad ospitare il Campionato Invernale di Lanci, con la 2° prova della Fase Regionale, abbinata alla 2° prova del Trofeo Invernale di Lanci Master. Appuntamento domenica 25 gennaio allo Stadio della Farnesina con ritrovo alle ore 9.00 e gare che vedranno impegnati dagli Allievi ai Master sulle specialità di Martello, Disco, e Giavellotto. DISPOSITIVO TECNICO

 

 

 

 

 

(Foto Fidal Lazio)

Ultimo aggiornamento Giovedì 26 Febbraio 2015 18:46

NUOVI VIDEO DAL CENTRO STUDI

E-mail Stampa PDF

FIDAL LAZIO OKRelativamente alle gare al coperto nell’impianto indoor di Casal del Marmo dello scorso fine settimana, si segnala la possibilità di poter visionare, sulla pagina Youtube FIDAL Lazio, diversi filmati, di cui alcuni girati in “slow motion”, a cura del Centro Studi e Ricerche del Comitato Regionale Fidal Lazio, riguardanti i seguenti atleti:

Maria Roberta Gherca (Atletica Roma Sud) – Test di Bosco    VIDEO 1VIDEO 2VIDEO 3

Leonardo Azara (Fiamme Gialle G. Simoni) – Salto con l’asta 4,70   VIDEO

Eleonora Schertel (Alto Lazio ASD) – Salto in alto 1,66 VIDEO

Mattia Di Panfilo (E SErvizi Atl. Futura) - Salto in lungo VIDEO

Benedetta Felici (ASD Zona Olimpica Atl. Viterbo) - Salto in alto VIDEO

A tal proposito si informa che proprio a partire da questa manifestazione il Centro Studi e Ricerche ha deciso di avviare il supporto con riprese in gara (tecniche e non) agli atleti del Club Lazio, esteso anche ad altri atleti, al fine di favorire un’appropriata divulgazione ed un utile ausilio agli allenatori. Il materiale sopra menzionato rappresenta una selezione di 52 video girati durante la due giorni di gare, che, per motivi tecnici, saranno pubblicati in più riprese.  

Ultimo aggiornamento Martedì 20 Gennaio 2015 21:57

Importante novità fiscale per Asd: dal 2015 arriva la Certificazione Unica

E-mail Stampa PDF

FIDAL LAZIO OKIl 2015 si apre con una grande novità in materia fiscale: arriva la Certificazione Unica (CU) che i sostituti di imposta dovranno rilasciare a coloro che hanno percepito nel 2014 somme e valori soggetti a ritenuta.

Il CU sostituisce non solo il CUD con la quale il datore di lavoro certificava i redditi da lavoro dipendente, ma anche la certificazione rilasciata “in forma libera  relativa ai redditi erogati a lavoratori autonomi, e percettori di redditi diversi.

Di conseguenza tale adempimento riguarda anche le associazioni e società  sportive dilettantistiche che erogano compensi erogati nell’esercizio diretto dell’attività sportiva dilettantistica ovvero in forza di rapporti di collaborazione coordinata e continuativa di natura amministrativo-gestionale ex art. 67, comma 1, lett. m), TUIR, ed anche qualora tali somme siano state di importo inferiori al limite esente di € 7.500,00  come tali non assoggettate a ritenuta.

Non deve essere invece indicato l’importo erogato per i rimborsi delle spese documentate relative al vitto, all’alloggio e al trasporto sostenute in occasione di prestazioni effettuate fuori dal territorio comunale.

 Il nuovo modello di Certificazione Unica oltre ad essere consegnato ai percipienti entro il 28 febbraio, dovrà essere trasmesso in via telematica all’Agenzia delle entrate entro il 7 marzo dell’anno successivo a quello in cui le somme e i valori sono stati corrisposti.

Il primo invio telematico dovrà dunque essere effettuato entro il 07/03/2015 con riferimento all’anno 2014.

A differenza di quanto previsto in passato, l’associazione dovrà quindi:

1)  consegnare al collaboratore la certificazione utilizzando il nuovo Modello di Certificazione Unica 2015 (con riferimento ai redditi erogati nel 2014) e non più su carta semplice;

2)   consegnare al collaboratore la certificazione nel termine perentorio del 28 febbraio anche per posta elettronica.

3)   inviare la comunicazione successivamente - entro il 7 marzo - all’Agenzia delle Entrate in via telematica.

Modalità di trasmissione della CU all’Agenzia delle Entrate

La CU 2015 deve essere presentata esclusivamente in via telematica, direttamente utilizzando il canale Fisconline messo a disposizione dall’Agenzia delle Entrate o tramite un intermediario abilitato che utilizzerà il canale Entratel.

Non è pertanto possibile la presentazione della in forma cartacea tramite uffici postali o sportelli bancari.

È possibile inviare le informazioni relative ai dipendenti e assimilati  in flussi separati rispetto alle informazioni relative a collaboratori autonomi e percettori redditi diversi (tra cui i compensi sportivi).

Sanzioni

Per ogni certificazione omessa, tardiva o errata si applicherà la sanzione di 100 euro.

Nei casi di errata trasmissione, la sanzione non si applica se la corretta certificazione è effettuata entro i cinque giorni successivi al termine di cui sopra.  

Le bozze del Modello, delle Istruzioni e delle Specifiche tecniche sono disponibili anche sul sito dell'Agenzia delle Entrate.

INDOOR: MARCHEI VOLA A ROMA, CARAVELLI 54.17 AD ANCONA

E-mail Stampa PDF

MarcheiRoma 18 gennaio 2015 - Torna “Supermario”, e si vede. Mario Marchei è riapparso in gara a Casal del Marmo dopo la grande stagione dello scorso anno con la maglia dell’Atletica Pomezia e con il successo in rappresentativa laziale sugli 80 metri alla finale nazionale di Borgo Valsugana. L’esordio 2015 è avvenuto nel salto in lungo, nella seconda giornata di gare romane, stavolta però con i colori dell’Atletica Futura, suo nuovo club. Per il talentuoso Mario un’inaugurazione che non poteva andar meglio, bagnata dal record personale sgretolato grazie ad un atterraggio oltre i 7 metri, con 7.06 al quinto turno di salti, dopo aver saltato anche un  6.99. In gara c’era anche il grande amico e compagno di avventure Mattia Di Panfilo, secondo con 6.56, anch’egli con la nuova maglia dell’Atletica Futura.

Rimanendo nel lungo, sensibile miglioramento tra i Cadetti per Emiliano Garlaschelli Papale (AS Kronos Roma 4) che si aggiudica la gara con 5.64, così come Elisabetta De Andreis (Acsi Italia) che ritocca il proprio limite con 5.23. Bene anche i saltatori delle Fiamme Gialle Simoni, Martina Ciciani e Matteo Mantua, che trovano dei discreti successi nelle gare Allieve e Assoluti Uomini, rispettivamente con 5.16 e 6.92.

Sui 60 ostacoli, tra i cadetti da tenere d’occhio la crescita degli atleti della P.P. Roma VI Villa Gordiani, in particolare Paolo Morseletto (9.09) e Ludovica Landi (9.54 in batteria, 9.62 in finale), anche se il personaggio più atteso non poteva che essere il primatista italiano di categoria sui 100 ostacoli lo scorso anno, quello stesso Mattia Di Panfilo secondo poco prima nel salto in lungo. Mattia non si è fatto attendere e già in batteria ha sfoggiato un ottimo 8.32, prima di concedersi un ulteriore miglioramento in finale, vincendo in 8.26, crono che nel 2014 già lo avrebbe collocato tra i primi 10 in Italia. Tra le barriere torna in pista dopo l’esordio nell’alto anche Giulia Poeta (ACSI Italia), prima in 9.48 tra le Allieve, mentre Claudio Cioccoloni (Atl. Futura) e Lorenzo Di Bari (RCF Roma Sud) coprono le gare juniores e assolute uomini in 8.58 e 8.77.

E’ tornata in pedana anche la cadetta Maria Roberta Gherca (Atl. Roma Sud) nel salto con l’asta, aprendo la stagione con un buon 3.30, che di fatto polverizza il precedente limite al coperto.  Nel peso da 3 Kg da segnalare ancora una buona prestazione per Carolina Visca (Fiamme Gialle Simoni), che si avvicina al personale con 12.64. Bene tra gli allievi sia Andrea Proietti (Studentesca Ca.Ri.Ri), capace di un buon 15.86, che Eleonora Cassalini (Acsi Italia), con 12.87. La junior Claudia Bertoletti (Studentesca Ca.Ri.Ri) si migliora poi con il peso da 4 kg fino ad un personale di 13.54, così come il cadetto Simone Piepoli (Esercito Sport & Giovani) che lancia l'attrezzo da 4 Kg a 12,72.

Infine le ultime finali di giornata, quelle dei 60 metri. Tra i Cadetti è ancora Paolo Morseletto alla ribalta, con un buon 7.37 che stacca di un decimo Marco Ricci (Atl. Roma Sud). Da segnalare anche il primo posto nella gara cadette di Giorgia Rossitto (Atletica Oro) con 8.24. Coinvolgente la finale Allievi, con Mario Marchei e Edoardo Lecce (Fiamme Gialle Simoni) che si tuffano in simultanea sulla linea di arrivo, 7.16 per entrambi, con il secondo che la spunta al photofinish. Superiorità evidente invece per Noemi Ruggeri tra le Allieve, prima in 7.83, davanti a Domiziana Gentili (Esercito Sport e Giovani) seconda con 7.98. Nelle gare assolute, vittorie per il campano Ciro Riccardi in 7.03 su Fabio Tardito (Acsi Campidoglio Palatino), a seguire in 7.06, mentre nella gara in rosa la più veloce è Giulia Arcioni (Forestale) in 7.59, con Chiara Bazzoni (Esercito) che sigla un discreto 7.87.  

 

 

QUI ANCONA: in evidenza le velociste dell’Aeronautica, a cominciare dai 60 metri, con Maria Aurora Salvagno che sigla il miglior crono con 7.64, seguita dalla compagna di squadra Dariya Derkach, con 7.76. Sui 400 metri invece è Marzia Caravelli a primeggiare con un buon 54.17, non distante dal 53.98 con cui lo scorso anno fissò il proprio primato personale. Alle sue spalle si migliora Betsy Torriente, che dopo la bella prova sui 200 metri del sabato, dimostra di attraversare un’ottima condizione di forma, chiudendo i due giri di pista in 56.02. Buoni contenuti anche nel salto in lungo maschile, con la sfida tutta Fiamme Gialle, fra Kevin Ojaku e Emanuele Catania. E’ quest’ultimo ad ottenere il miglior salto, con 7.78, 10 centimetri meglio dell’avversario. Nel triplo infine debutto con vittoria per Eleonora D’Elicio (Fiamme Azzurre), con 13.33, in una gara che ha visto al terzo posto la junior Valentina Kalmykova (Olimpia Nettuno) con 11.98. 

Nei 1500 metri ancora laziali sugli scudi, grazie ad un grande Mohamed Abdikadar (Studentesca Ca.Ri.Ri) nella gara maschile, primo in 3:55.56, imprendibile per lo junior Matteo Pacenza (ACSI Campidoglio Palatino), secondo in 4:03.80. Al femminile successo di Francesca Rosa (Atl. Colosseo 2000) in 4:38.93, in una gara che ha visto anche il terzo posto di Marta Castelli (RCF Roma Sud), con 4:47.04 sulla compagna di squadra Noemi Felici (4:48.19).

TUTTI I RISULTATI DI ROMA (CASAL DEL MARMO)

TUTTI I RISULTATI DI ANCONA 

 

 

 

Nella foto: Mario Marchei (Foto Fidal Colombo/FIDAL)

Ultimo aggiornamento Giovedì 26 Febbraio 2015 18:45

Pagina 5 di 60