here downloads click here downloads 10 download Web Site downloads download 2012 download all time downloads homepage here

www.fidallazio.org

Notizie

L'ASD Romatletica presenta un progetto per una scuola di atletica nell'XI Municipio

E-mail Stampa PDF

rapaccioniL’Associazione Sportiva Dilettantistica Romatletica di Claudio Rapaccioni e Anna Micheletti, stanno per dare vita ad una nuova, splendida, iniziativa che andrà ad incrementare la già importante offerta di avviamento all’atletica dei più giovani. Con il patrocinio del Comitato Regionale FIDAL Lazio la Romatletica sta per realizzare nell’ XI Municipio una scuola di atletica fruibile da tutti, a partire dai 6 anni di età fino ai 24 e oltre ai quali sarà organizzato un corso per l’attività amatoriale.

I partecipanti saranno suddivisi per fasce d’età secondo i seguenti criteri:

Anni 6/10 - Attività ludico-motoria

Anni 11/14 – Attività di pre-atletica

Anni 15/23 – Attività sportiva

Anni 24 e più – Attività amatoriale

Nelle intenzioni degli ideatori del progetto c’è la volontà di creare un punto di aggregazione e avviamento allo sport per vincere gli effetti negativi della vita sedentaria a cui siamo costretti, è necessaria una regolare attività fisica che comporta un percorso che prevede un passaggio dal benessere fisico all’efficienza fisica secondo tappe che non vanno forzate.

Offrire la possibilità di svolgere attività fisica come mezzo per mantenere il proprio stato di salute e l’atletica leggera come stimolo a mettersi alla prova e migliorarsi, promuovere interventi di sensibilizzazione alla corretta alimentazione, uno dei fattori fondamentali da tenere in considerazione per chi desidera condurre uno stile di vita sano ed attivo soprattutto praticando sport in età evolutiva.

La nascente scuola si avvarrà di tecnici diplomati, diplomati I.U.S.M., laureati in Scienze Motorie, tecnici qualificati della società affiliate alla FIDAL. Tutti i partecipanti saranno tesserati per la Federazione Italiana di Atletica Leggera e saranno coinvolti nell’attività agonistica regionale e provinciale.

La ASD Roma Atletica ha individuato sul territorio, considerato le strutture già esistenti per l’Atletica Leggera (rettilineo, pedana Salto in alto e del lungo), la scuola in Via Adeodato Ressi n° 34 ma prossimamente incontrerà l’Assessore allo Sport del Municipio XI ed i suoi collaboratori per procedere insieme ad un monitoraggio delle scuole e delle strutture esistenti per valutare la possibilità di trovare altri spazi, all’interno degli istituti scolastici, ritenuti idonei all’attività.

Rita Del Pinto stabilisce ad Ancona il primato italiano della 3km di marcia SF65

E-mail Stampa PDF

del pinto

Rita Del Pinto marciatrice della Liberatletica questa mattina al Meeting Nazionale di Ancona si è tolta una grande soddisfazione stabilendo il primato italiano outdoor della 3km  nella sua categoria, SF 65, con il tempo di 20:05.23.
Ultimo aggiornamento Lunedì 03 Febbraio 2014 13:34

Nadia Ejjafini trascina l'Esercito all'argento nella Coppa dei Campioni femminile di Corsa Campestre

E-mail Stampa PDF

ejjafiniNella cittadina portoghese di  Albufeira, la formazione femminile dell’Esercito si regala una bellissima medaglia d’argento, nella Coppa dei Campioni per Club di corsa campestre riuscendo finalmente a salire sul podio dopo il quarto posto della scorsa stagione. Il team italiano deve gran parte della sua performance a Nadia Ejjafini, seconda assoluta al traguardo alle spalle della turca di origini etiopi Hiwot Ayalew,  L’atleta allenata da Andrea Bello, ha guidato la gara per più di metà dei 5,8 chilometri ma alla fine ha dovuto arrendersi allo scatto imperioso della titolata avversaria. Nadia chiude in 20:26 mentre la Hiwot in 20:15. Terza la russa Natalya Gorchakova in 20:39. A portare altri punti alla causa italiana ci pensano Elena Romagnolo, decima in rimonta e Fatna Maraoui, 13esima in 21:09, con Layla Soufiane  al 15 posto in 21:14 e Giulia Francario21esima in 21:33.

Nella classifica finale la formazione dell’Esercito sono seconde dietro le russe dello SC "Luch" Moscow, che ha piazzato le sue atlete al 3°,4°, 5° e 6° posto, ma davanti allo squadrone spagnolo del Atletismo Santutxu.

Quarto posto per le Fiamme Gialle nella classifica maschile. I Finanzieri non riescono a bissare il l’argento ottenuto nella scorsa edizione della manifestazione anche perché nell’impossibilità di schierare   Andrea Lalli, ed hanno dovuto registrare il non ottimale stato di salute del capitano Gabriele De Nardche conquista soltanto il 18° posto, in 30:19, alle spalle del compagno di scuderia Patrick Nasti giunto all’arrivo in30:15.Yuri Florianiè 25° in 30:33 mentre Ahmed El Mazoury, è 26° (30:34), con il giovanissimo Samule Dini 60°.

Titolo agli spagnoli dell’ Atletismo Bikila, primi con 22 punti. poi i portoghesi dello Sport Lisboa Benfica (37).

La gara individuale è vinta dal marocchino del club francese Alès Cévennes Athlétisme Mohamed Moustaoui (nono ai mondiali di Mosca nei 1500) che negli ultimissimi metri riesce ad avere la meglio dello spagnolo Ayad Lamdassem (Atletismo Bikila). Li separano un secondo, rispettivamente 29:13 e 29:14. Terzo in 29:16 è  Daniel da Silva (brasiliano portacolori degli olandesi dell’ AV Cifla). 

Ultimo aggiornamento Domenica 02 Febbraio 2014 20:15

A Casal del Marmo assegnati i titoli regionali dei salti

E-mail Stampa PDF

fusiani09Prima giornata dei Campionati Regionali Indoor nell’impianto di Casal del Marmo, che ha assegnato i titoli delle categorie allievi e promesse, junior e senior si salti.

Nell’alto allievi titolo a Daniele Monellini. L’atleta delle Fiamme Gialle G.Simoni ha sbaragliato il resto della compagnia valicando ad 1,80 al terzo tentativo migliorando di un centimetro la sua miglior prestazione  fallendo poi la misura di 1,81. Lontani gli altri due saliti sul podio, Andrea Flaccavento (Tirreno Atletica Civitavecchia) che si è fermato a 1,70 ed Alessandro Ghion (Intesatletica) che ha, saltato 1,65. Leonardo Azara (Fiamme Gialle G.Simoni) uno degli atleti di punta della nostra regione si è confermato nell’asta vincendo con 4,20, seguono il compagno di scuderia Simone Andreini che ha superato quota 3,80 e Gianmarco Baldo (E.Servizi Atl. Futura Roma, un ’98, che ha saltato 3,30. Nikolas Ricci (Alto Lazio) fa suo il triplo con 12,48 davanti a due alfieri della Roma Acquacetosa, Massimo Paesani e Edoardo Pedani, rispettivamente secondo e terzo con 12,01 e 11,70. Nell’alto femminile Valeria Carvetti (Studentesca Ca.Ri.Ri.) e Giulia Rossato (Intesatletica) danno vita ad un bel duello per il titolo regionale vinto dalla reatina con 1,59 davanti alla sua avversaria che salta 1,57. Doppietta Ca.Ri.Ri. nell’alto con il successo di Beatrice Bartolozzi su Giulia Latini. 11,02 per l’una, 10,56 per la seconda. Terzo posto a Claudia Tesei (Olimpia Atletica Nettuno) con la misura di 10,35. Nell’alto assoluti si impone lo junior Lorenzo Carlone (Studentesca Ca.Ri.Ri.) con 1,94, alle sue spalle altri due atleti della stessa categoria Andrea Bartoli (Fiamme Gialle G.Simoni) e Federico Stronati (Fiamme Gialle G.Simoni) rispettivamente con 1,85 e 1,70. Buona performance della promessa Simone Fusiani (Studentesca Ca.Ri.Ri.) capace di vincere l’asta con la misura di 4,80, ai posti d’onore i compagni di squadra Marco Procoli e David Buldini entrambi oltre 4,30.

Altro atleta della Ca.Ri.Ri., Mario Romano, va a prendersi il titolo del triplo saltando 14,32. Alle spalle del vincitore Giuliano Santolamazza (Acsi Campidoglio Palatino) e Gianluca Bergami (Romatletica) rispettivamente con 13,63 e 10,59.

La misura 1,72 regala ad Eleonora Schertel (Alto Lazio) il titolo dell’alto, con la stessa misura si piazza al secondo posto Alice Sorrentino (Fiamme Gialle G.Simoni).

Sara Selleroli (Olimpia Atletica Nettuno) vince il triplo con la misura di 11,68.

La stagione entra nel vivo: gli atleti laziali a Casal del Marmo dimostrano di essere pronti

E-mail Stampa PDF

paolettoskiGiornata con molti atleti presenti a Casal del Marmo per la seconda giornata della terza manifestazione regionale indoor che si è svolta nel week end nell’impianto della Polizia Penitenziaria.

Bella la finale dei 60 metri cadetti con Mario Marchei (Atletica Pomezia Auto 2000) ribadisce in  finale la propria superiorità andando a vincere in 7.25, che migliora di un centesimo il suo precedente personale sulla distanza, davanti a Davide Campana (Atletica Tiburtina) che sprinta in 7.44 e a Edoardo Perrotti (Fiamme Gialle G.Simoni) che finisce in 7.53. Altro atleta dell’Atletica Pomezia Auto 2000, Mattia Di Panfilo, è il protagonista dei 60 hs. che vince la finale con il tempo di 8.62 abbassando nettamente la sua migliore performance nella specialità. Sul traguardo secondo è Marco Cicchetti (SS Lazio Atletica Leggera) che finisce la prova in 8.80 e poi Luca Barbieri (Roma 6 Villa Gordiani) che ferma il cronometro a 9.07. L’alto se lo aggiudica Davide Scagnoli (Atletica Cecchina Al.Pa.) con 1,63. Nel triplo è Lorenzo Iacona (Fiamme Gialle G.Simoni)  a regalarsi il successo con 11,73, per lui continuano i constanti progressi, la misura costituisce il suo best record dopo l’11, 59 ottenuto appena una settimana fa. Secondo il napoletano Andrea Palma con 11,33 poi Tommaso Nardizzi (Esercito Sport&Giovani) che ottiene 10,99. Tanta partecipazione nella gara dei 60 cadetti con Giulia Poeta (Atletica Cecchina Al.Pa.) che in finale corre in 8.35 e vince davanti a Domiziana Gentili (Esercito Sport&Giovani)  che si ferma a 8.44 e a Bianca Marzano (Atl.90 Tarquinia) solo terza con 8.45 dopo aver corso in 8.29 in batteria,  nettamente al di sotto del suo personale.

Nei 60 ostacoli Martina Urbani (Roma Acquacetosa) corre il batteria in 9.56 per poi vincere la finale in 9.71, segue Elisa Galli (Roma 6 Villa Gordiani) in 10.52), terza Emma Reguly (Roma 6 Villa Gordiani) in 11.08. Giulia Poeta si ripete nell’alto imponendosi superando quota 1.61 precedendo Sofia De Longis (Lib. Roma XV Circoscrizione) che salta 1,43 mentre 1,30 è il risultato di Prisca Giulinetti (Esercito Sport&Giovani) terza classificata. Martina Ciciani (Fiamme Gialle G.Simoni) vince il triplo con 10,94, seconda Chiara Graziani (Asd Atletica Frascati) con 9,78 e poi Francesca Grande (Lib.Roma XV Circoscrizione) con 9,15. 

La finale allievi dei 60 va al casertano Mauro D’Ambra che con 7.32 finisce davanti a Edorardo Lecce (Fiamme Gialle G.Simoni)  che in finale ha corso in 7.34 dopo aver ottenuto con 7.28 il miglior tempo di batteria. Nei 60 hs vince il ternano Niccolò Bellini in 8.72, al secondo posto Matteo Maganozzi (SS Lazio Atletica Leggera) con 8.89, terza piazza per Nicolò Giacalone (Fiamme Gialle G.Simoni) con il tempo di 9.02.  Nell’alto primo posto a Daniele Monellini (Fiamme Gialle G.Simoni) con 1,79, misura di 6 centimetri oltre il suo precedente personale, seconda moneta a Andrea Flaccavento (Tirreno Atletica Civitavecchia) con la stessa misura del vincitore, anche per lui migliore prestazione assoluta, e terzo Alessandro Ghion (Intesatletica) con 1,65. Mauro D’Ambra vince il triplo saltando 13,21 poi Marco Corvo (Stud.Pontecorvo) con 13,19 e Giorgio Bocci (Studentesca Ca.Ri.Ri.) con 12,38.

Fra le allieve nei 60 duello reatino fra Alessia Gilardi (Atletica Oro) e Gaia Barison (Studentesca Ca.Ri.Ri.). Vince la prima in 8,11 bruciando Gaia seconda in 8,12. Solo terza la napoletana Giulia Salatino con 8.16 che in batteria, con 8.13 era stata la migliore. Sugli ostacoli la campana Federica Maione con 9,64 batte Maria Luisa Galosi (Acsi Italia Atletica) al traguardo con 10,19. Nell’alto Giulia Rossato (Intesatletica) salta 1,57 mentre Carla Pedone (Esercito Sport&Giovani) 1,55. 10,38 è la misura di Noemi Innocenzi (Fiamme Gialle G.Simoni) nel triplo.

Nella finale uomini dei juniores vince Alessandro Ramadori (Fiamme Gialle G.Simoni) sprintando in 7.12, alle sue spalle Andrea Saputo (Esercito Sport&Giovani) con 7,50, terzo Dario Calabrese (Polisportiva IUSM) con 7,61. Bene la promessa Jonatan Capuano (Studentesca Ca.Ri.Ri.) che chiude con 7,03.

Nei 60 hs juniores se la giocano Angelo Bruja e Davide Di Carlo (E.Servizi Atletica Futura Roma) vince il primo in 8.74 mentre Di Carlo si ferma a 8.84. Andrea Bartoli (Fiamme Gialle G.Simoni) vince l’alto con 1,90 davanti al compagno di squadra Federico Stronati che salta 1,70. Mario Romano (Studentesca Ca.Ri.Ri.) va a prendersi la gara del triplo con 13,76, davanti a Perfrancesco Rocchi  e Raoul Pergolati, entrambi della Polisportiva Iusm sono ai posti ‘d’onore rispettivamente con 10,56 e 10,29. Jessica Paoletta (Esercito) supera nella finale dei 60 piani  con 7,65, la compagna di squadra Chiara Bazzoni è seconda in 7,70, terza Dariya Derkach (Aeronautica Militare) con 7,74.

Nell’alto Alice Sorrentino (Fiamme Gialle G.Simoni) e Alessia Palmaccio (Studentesca Ca.Ri.Ri.) saltano entrambe 1,66 classificandosi nell’ordine. La gara del triplo è di Gaia Antoniozzi (SS Lazio Atletica Leggera) con 10,89.

 

Lanci: alla Farnesina i lanciatori laziali affilano le armi

E-mail Stampa PDF

silvia  salisLo stadio della Farnesina ha ospitato oggi la 2^ prova regionale di lanci, prova valida anche per il Trofeo Invernale di Lanci. Nella gara del disco giovanile si impone Marco Cozzoli (Studentesca Ca.Ri.Ri.) che vince scagliando l’attrezzo da 1,750 a 46,02, poi il compagno di squadra Giorgio Bocci con un lancio di 35,97. Mirko Franceschetti (Intesatletica) scaglia il martello  a 55.29, poi Emanuele Bilancino della stessa società con la misura da di 42,14. Tripletta nel giavellotto per la Studentesca Ca.Ri.Ri. Vince Giovanni Bellini con un lancio di 52.86 precedendo i due allievi Giacomo Biserna e Gabriele Bucciolini che lanciano rispettivamente a 50.38 e 48.29. Nelle gare femminili la reatina Claudia Bertoletti lancia il disco a 37,82 misura che le consente di precedere Carmela Guaglione (Acsi Italia Atletica) che scaglia il suo attrezzo a 35,66.Terza moneta per Noemi Neroni (Fiamme Gialle G.Simoni) con 30,34. Nel martello Federica Casini (Acsi Italia Atletica) sale sul gradino più alto del podio con 48,08, precedendo l’allieva Elisabetta Lucchetti (Alto Lazio) che lancia a 44,62. Terzo posto per Caterina Manni (Studentesca Ca.Ri.Ri.) con 40,00.

L’altra Casini, Federica vince il giavellotto con 35,66 precedendo Elisa Lobascio (Running Club Futura) con 35,34. Sul podio anche Giulia Pedretti (Fiamme Gialle G.Simoni) con 31,29.

Nel disco promesse Lorenzo Minnozzi (Studentesca Ca.Ri.Ri.) vince con 40,56, poi Matteo Marcari (SS Lazio Atletica Leggera) con un lancio di 32,94. Patrizio De Blasio (E.Servizi Atl. Futura Roma) fa sua la gara del martello promesse con 59.28, davanti all’orvietano Mirko Casavecchia che lancia a 52,21. Firma importante per il giavellotto. Joseph Figliolini (Studentesca Ca.Ri.Ri.)è primo con 68,69 seguito dall’altro reatino Lorenzo Minnozzi che ha ottenuto 50,69 poi Matteo Marcari (SS Lazio Atletica Leggera) con 34,66.

Al femminile Michela Colla (Polisportiva IUSM) mette tutte d’accordo andandosi a prendere la gara del disco con un lancio di 31,66. Giulia Concilio (Acsi Italia Atletica) con 29,95 e Elena Vari (Intesatletica) con 28,90. Victoria Horn (SS Lazio Atletica Leggera) è la più positiva nel martello con 37,26, seguono Elena Dionisi (Studentesca Ca.Ri.Ri.) con 34,50 e Arianna Caruso (Running Club Futura) con la misura di 34,42.

Alessio Costanzi viene da Milano a prendersi la gara disco Assoluti Uomini lanciando a 44.19, nettamente meglio di Francesco Scaringi (Running Club Futura) la cui performance è di 27,53. Terza piazza al napoletano Enrico Laloè con 21,28. Andrea Carpene (Atletica Colosseo 2000) vince il martello con 59,40, precedendo Luca Burratti (Alto Lazio) con 32,57, terza piazza allo stesso Francesco Scaringi che  con l’attrezzo ottiene 31,69. Fra le donne successo di Valentina Annibali (Esercito) nel disco con 51,38, seguita dalla senese Stefania Strumillo (44,83) e terza Cristina Partenzi (Roma XIII) con 16,32.

Silvia Salis (Fiamme Azzurre) nel martello scaglia a 66,49 mentre nel giavellotto protagonista l’olandese De Vries con 33,40.

 

Ultimo aggiornamento Lunedì 27 Gennaio 2014 00:50

Margherita Magnani demolisce ad Ancona, in 2:39.94, il record italiano dei 1000 indoor

E-mail Stampa PDF

margherita magnaniIl 2014 in pista pista di Margherita Magnani inizia oggi con il record italiano indoor dei 1000 metri al Banca Marche Palas di Ancona. 2:39.94 il crono della mezzofondista delle Fiamme Gialle che riscrive così il 2:42.18 che Elisa Cusma (Esercito) aveva corso il 7 febbraio del 2013 ad Eaubonne in Francia. Questi i passaggi dell'azzurra rilevati sull'anello dell'impianto marchigiano: 31.2/200m - 1:02.9/400m - 1:36.4/600m - 2:08.6/800m. Per la tricolore assoluta dei 1500 indoor si tratta del miglior crono in carriera realizzato sul chilometro in pista: fino ad ora, infatti, la Magnani aveva al suo attivo un 2:49.57 in sala (2009) e un 2:46.14 all'aperto (2012). La 26enne cesenate, laureata a pieni voti in Giurisprudenza e allenata del tecnico Vittorio Di Saverio, tornerà in gara già la prossima settimana sui 1500 nei meeting tedeschi di Dusseldorf (30 gennaio) e Karlsruhe (1° febbraio), prima di due uscite sui 3000 metri a Stoccolma (6 febbraio) e New York (15 febbraio).

 

Ultimo aggiornamento Domenica 26 Gennaio 2014 20:25

Latina ha ospitato la grande giornata della Marcia

E-mail Stampa PDF

gruppioniApertura col botto a Latina per la stagione della marcia con la 1^ prova del Trofeo Fulvio Villa-Trofeo Lazio di marcia, che si è svolta in contemporanea alla 1^ prova del Trofeo Invernale di marcia e al Campionato Italiano sulla distanza dei 50 chilometri. L’organizzazione, davvero impeccabile, è stata curata dall’Atletica Latina 80 e dal CP di Latina. Partiamo proprio dall’assegnazione della maglie tricolori assolute. Il titolo maschile è stato conquistato dal carabiniere Matteo Giupponi. Il 25enne bergamasco si è imposto fermando il cronometro a  3h51:49, quindicesima prestazione italiana di sempre ed anche primato personale per il marciatore lombardo, secondo Federico Tontodonati (Cus Torino) giunto a oltre 10 minuti 4:01.55, al terzo posto Lorenzo Dessì (Fiamme Gialle) in 4:10.41. Jean Jacques Nkoloukidi (Fiamme Gialle), uno dei favoriti, si è ritirato intorno al quarantesimo chilometro. La prova femminile sui 20km, valida per il Trofeo Invernale di Marcia, ha visto il successo di Eleonora Giorgi (Fiamme Azzurre), autrice di un notevole 1h30:48, Seconda piazza per Valentina Trapletti (Esercito), in 1h35:22.

Nelle prove valide per il trofeo invernale, sui 10 chilometri riservati agli allievi si è imposto, davanti ad amici e parenti Simone Mansutti (Intesatletica) imponendosi in 46:58. Fra i laziali sesto posto per Giuseppe Pantera (Fiamme Gialle G.Simoni) con 50:19.

Nella 10 chilometri femminile si impone la fiorentina Giada Ciabini in 52:00, fra le atlete laziali quinto posto per Prisca Simonetti (Acsi Italia Atletica) che ha chiuso in 56:37. Fra gli junior bella performance di Stefano Mansutti (Intesatletica) che è secondo in 1h38:23 sui 20 km alle spalle di Andrea Agrusti (I Guerrieri del Pavone) che ha vinto in 1h31:52. Punti per l’Intesatletica anche da Gian Mauro Pirino settimo nella 30 km, prova conclusa in 3h02:23, nella prova vinta da Leonardo Dei Tos (Bracco Atletica) che ha segnato 2h24:30.

Nella classifica a squadre l’Intesatletica è al comando con 143 punti nella classifica maschile mentre l’Acsi Italia Atletica è terza in quella femminile, alle spalle di Bergamo 1959 Creberg e Fiamme Oro Padova, con 87 punti.

Intense e molto partecipate le gare del Trofeo Fulvio Villa che hanno visto in gara tutte le categorie, a cominciare dagli esordienti. I più piccoli (2005/2006) si sono cimentati sulla distanza di 400 metri. Doppietta per due atleti dell’Atletica San Cesareo. Vince Alessandro Mosetti davanti a Diego Carletti, terzo posto a Daniele Porcari dell’Atletica Lepina.

I 2003/2004 hanno affrontato i 1000 metri. La prova è stata vinta da Leonardo Greto (Asd Zona Olimpica Atl. Viterbo) che si è imposto in 5:40, piazza d’onore a Riccardo Giacomel (Libertas Valmontone) in 4:45 mentre sul gradino più basso del podio troviamo Valerio Gomez (Lib.San Cesareo) in 6:12. Fra le esordienti nei 400 Mt. successo a Bianca Corsi (Olimpia Atletica Nettuno), che ha preceduto Camilla Greto (Asd Zona Olimpica Atl. Viterbo) e Maria Benedetta Putignano (Olimpia Atletica Nettuno). Nella gara di 1000 metri il successo è arriso a Miriam Franco (Colleferro Atletica) in 5:40, al secondo posto Giada Loreti (GS Ludus) in 5:50, terza Nicole Aracu (Fiamme Gialle) in 6:10.

2000 metri per i ragazzi con il successo dell’atleta della Studentesca Ca.Ri.Ri. Dominic Rossi che si impone in 10:55 staccando Marco Pascarella (Lib.San Cesareo) che chiude in 11:08 poi Manuel Mancini (Libertas Valmontone) in 11:23.

Nella gara cadetti (4000 mt.) vince Luca Putignano (Olimpia Atletica Nettuno) in 18:59, seguito da due atleti delle Fiamme Gialle G.Simoni, Luca Magistri e Emanuele Romanzi, al traguardo rispettivamente in 19:22 e 20:13.

Conferme arrivano dalle gemelle Mirabello (Fiamme Gialle G.Simoni) Anthea e Angelica fanno doppietta nella prova cadette chiudendo i 4000 metri in 19:49 e 20:06. terza classificata Nicoleta Raluca Anton (Atletica Latina 80) in 21:25.

5000 metri per la gara senior che ha visto il successo del grossetano Ernesto Croci che ha vinto in 24:23 precedendo quattro atleti della Kronos Roma Quattro Luigi Paulini (25:25), Bernardo Cartoni (25:39), Massimo De Paoli (26:06) e Rosario Petrungaro (27:19).

La gara femminile è ad appannaggio di Alessandra Geloso Peralta (Atl.Valmontone) in 33:01, seconda Maria Paola Formiconi (Giovanni Scavo 2000) in 33:05, terza Rita Del Pinto (Liberatletica) in 34:02.

Ultimo aggiornamento Domenica 26 Gennaio 2014 20:24

Prove Multiple: Montefalcone è argento fra gli allievi, Vigliotti secondo assoluto e primo fra le promesse

E-mail Stampa PDF

vigliottiPrime soddisfazioni della stagione per l’atletica laziale che ai Campionati Italiani di Prove Multiple indoor in corso di svolgimento a Padova ha festeggiato l’argento di Gabriele Montefalcone (Sportrace) nel pentathlon allievi il quale ha finito a 3431 punti dietro all’ emiliano Francesco Lama che ha vinto il titolo con 3539 punti. Nella classifica finale il reatino Lorenzo Irrera (Studentesca Ca.Ri.Ri.) è sesto con 3431 punti.

Nelle cinque prove il sedicenne romano ha vinto la prova del peso con la misura di 16,90, è stato quarto nei 1000 metri con il tempo di 2:47.49, sesto nell’alto superando l’asticella a 1.76, tredicesimo nel lungo con la misura di 5,91, quinto nei 60 ostacoli in 8.68.

Nell’eptathlon assoluto dopo la quarta prova,  la promessa Vincenzo Vigliotti (Studentesca Ca.Ri.Ri.) è sorprendentemente secondo con 3019 punti alle spalle di Simoni Cairoli (Atletica Lecco Colombo Costruzioni) che è al comando con 3077. Il campione italiano uscente Michele Calvi (Esercito) con 2970 punti si trova al terzo posto ad inseguire. Settimo posto per l’altro reatino Roberto Paoluzzi con 2678 punti. Vigliotti ha vinto i 60 metri in 6.95, è secondo nell’alto con 1,94, mentre Calvi solo 11° fermandosi a 1.85, nono nel peso scagliando a 10,71 nella gara vinta dallo stesso Calvi con 13,17.

Nella classifica promesse Vigliotti è al comando, e Paoluzzi terzo.

Grazie al CR Lazio al Paolo Rosi torna la gabbia per i lanci

E-mail Stampa PDF

paolo rosi 27Fatti non parole. Il CR Lazio, pur dovendosi muovere fra mille difficoltà di carattere economico, è riuscito a rimettere a disposizione dei lanciatori che abitualmente frequentano lo Stadio Paolo Rosi, una gabbia per i lanci, inutilizzabile da troppo tempo. L'acquisto e la messa in opera della nuova gabbia è stata resa possibile dalla partecipazione ad un bando regionale che ha finanziato all' 80% l'intera operazione, il cui costo ammonta circa 24000 euro. Il resto della spesa è stato sostenuto direttamente dal Comitato Regionale. 

L'8 febbraio riapre all'attività indoor il Centro di Preparazione Olimpica di Formia

E-mail Stampa PDF

formia1Una bella notizia per tutto il movimento dell'atletica italiana arriva da Formia dove, dopo diversi anni, ritorna l'attività indoor, grazie al completamento dei lavori di restauro delle strutture del Centro di Preparazione Olimpica, torna nuovamente ad ospitare manifestazioni di atletica. L'impianto, restituito a nuova vita, è in grado di ospitare tutte le specialità di corsa e di salti e sarà nel prossimo futuro un fulcro vitale del'attività nazionale e regionale. Le prime gare in programma sono in calendario per l'8 febbraio, data in cui si svolgerà "Caccia al Minimo"  aperto alle categorie dai ragazzi ai senior, e il 13 febbraio con una manifestazione nella quale potranno partecipare anche le categorie esordienti. Entrambi gli eventi saranno organizzati dalla Poligolfo in collaborazione con il CR Lazio della Fidal.

Daniele Secci a Schio lancia a 19,25

E-mail Stampa PDF

daniele secci5Daniele Secci protagonista del secondo appuntamento del "Trofeo Carla Sport", classica rassegna indoor di getto del peso. Ieri sera presso la struttura coperta del Centro di Preparazione Olimpica di Schio (VI), l'ancora 21enne delle Fiamme Gialle è stato autore di un'imbattibile serie di lanci culminata con un 19,25 al quarto ingresso in pedana. Serie completa: 17,76 - 17,46 - 18,19 - 19,25 - 18,43 - 18,64. E' il suo miglior risultato di sempre con l'attrezzo da 7,260kg, 52 centimetri in più del 18,73 centrato un anno fa ad Ancona. Senza dimenticare che Secci con 19,25 arriva ad appena 14 centimetri dal migliore prestazione italiana Promesse indoor: il 19,39 che Alessandro Andrei realizzò l'11 gennaio del 1981 a Genova. Oggi il romano, vicecampione europeo junior 2011, ha superato nell'ordine il tricolore assoluto Marco Dodoni (Forestale) 17,86 e Tommaso Parolo (Assindustria Sport Padova) 17,52.

Simone Poccia da spettacolo ad Ancona

E-mail Stampa PDF

simone pocciaLAZIO SUPER NEGLI OSTACOLI, ABDIKADAR SFIORA IL RECORD

Giornata storica per l’atletica formiana. Gli atleti Simone Poccia e Riccardo Rasile, usciti dal vivaio Poligolfo e che da quest’anno vestono i colori della rinomata formazione reatina, CARIRI, hanno dato spettacolo al Palaindor di Ancona.

Iniziamo da Simone Poccia che inscritto sui 60m con ostacoli stampava un ottimo 8”04 in batteria con qualche errore tra le barriere, ma in finale indovinando quasi tutto, riscriveva le graduatorie italiane All time posizionandosi al quarto posto con 7”94 appena dietro alcuni “mostri sacri” come il vice campione europeo Lorenzo Perini.

“Sono molto contento di questo risultato - commenta a caldo il Poccia -  questo 7.94 mi gratifica di tutti i sacrifici fatti durante questi anni. Nonostante tutto voglio rimanere con i piedi per terra e concentrarmi per gli imminenti campionati italiani che affronterò come uomo da battere. Inoltre questa gara che si terrà l’8 e il 9 febbraio sempre ad Ancona, sarà determinante per le convocazioni azzurre in vista della rappresentativa internazionale ad Halle in Germania”.

“Sono molto soddisfatto di entrambi - ci riferiva il  tecnico De Meo –  Riccardo lo vedo in crescita in vista dei nei Campionati Italiani di Prove multiple che si terranno a Padova nel prossimo week-end. Simone deve mette insieme ancora qualche allenamento e credo che si possa sognare di scendere ancora ”.

Tra le barriere più alte (106) Luca Trgovcevic (Cariri) mette a dura prova Stefano Tedesco. In finale l'ha spuntata il portacolori delle Fiamme Gialle con 8"10, appena tre centesimi di secondo davanti al 21enne reatino.

Al Bancamarche Palas nel weekend protagonisti anche altri atleti laziali. Nonostante abbia abbondantemente superato i 30 anni Marco Torrieri (EServizi Atl Futura) mette ancora in mostra la sua qualità da ottimo sprinter e fa sua la finale dei 60 metri con 6"87 (8"86 in batteria). Ancora Futura con Di Giambattista e Galati protagonisti nei 200. Mario Di Giambattista ha vinto la gara con 21"95, mentre lo Junior Galati sigla una delle migliori prestazione nel giro di pista indoor (22"17). Chiara Bazzoni (Esercito) è la più veloce tra le donne con il suo 24"42, mentre Serena Monachino (Acsi Iitalia) è seconda nei 400 (56"63) alle spalle della pugliese Lucia Pasquale.

1000 da record per Mohad Abdikadar (Aeronautica) che vola nei 5 giri dell'impianto marchigiano e chiude in 2'22"79 a soli 2 secondi dal primato Assoluto di Christian Obrist (2'20"79)

Ultimo aggiornamento Lunedì 20 Gennaio 2014 12:00

Casal del Marmo, 7.36 della Alloh e tanti best record nella seconda giornata delle gare indoor

E-mail Stampa PDF

ALLOH orizzontaleAncora un’intensa giornata di gare allo Stadio della Polizia Penitenziaria di Casal del Marmo dove si è svolta la seconda giornata della Manifestazione Regionale Indoor organizzata dalla Lazio Atletica Leggera in collaborazione con il CR Lazio.

La domenica è stata dedicata alla velocità. Si è iniziato con i 60 metri cadetti. Dopo 7 batterie in finale sono giunti i migliori sei atleti regolati da Matteo Giraldi (Studentesca Ca.Ri.Ri.) che ha corso in 7.51 migliorandosi nettamente, 7.73  il suo precedente limite. Seguono Gioele Catalano (Roma 6 Villa Gordiani) che finisce in 7,56 e Marco Parrano (Atletica 90 Tarquinia) con lo stesso tempo.

Marco Cicchetti (SS Lazio Atletica Leggera) vince la finale dei 60 hs. in 8.99 seguito da Luca Barbieri (Roma 6 Villa Gordiani) che finisce in 9.08 terzo Marco Giangrande (Esercito Sport&Giovani) che chiude in 9.40. Bella performance di Andrea Proietti (Studentesca Ca.Ri.Ri.) nel peso, gara vinta con 17,31, segue lontanissimo Giorgio Luppino( Roma 6 Villa Gordiani) che scaglia a 11,59, terzo Andrea Marini (SS Lazio Atletica Leggera) con 7,20.

In campo femminile Valeria Simonelli (Romatletica) vince la finale dei 60 piani in 8.05 seguita da Noemi Ruggeri (Olimpia Atletica Nettuno), bruciata allo sprint e accreditata di 8.06, terza Veronica Porcu (Fiamme Gialle G.Simoni) che blocca i croometri a 8.29. Martina Urbani (Roma Acquacetosa)  piazza lo sprint vincente  sui 60 hs vinti in 9.56 che è il suo primato personale, segue Elisa Gani (Studentesca Ca.Ri.Ri) il cui riscontro è 9.72, terzo posto per Agnese Felicetti (SS Lazio Atletica Leggera) in 9.94.

Carolina Visca (Fiamme Gialle G.Simoni) regina incontrastata dei lanci, scaglia il peso al primo tentativo a 12.08 che gli vale la gara 9.30 la misura di Sofia D’Alessandro (Atl.90 Tarquinia), mentre al terzo poso troviamo Alessia Balmas (Atletica Frascati) con 7,65.

Passando alla categoria allievi da annotare il successo di Alessandro Albese (Studentesca Ca.Ri.Ri.) che finisce in 7.16 la finale dei 60 mt., posto d’onore per Edoardo Lecce (Fiamme Gialle G.Simoni) che chiude in 7.28 dopo aver corso in 7,26 in batteria, al terzo posto Tiago Felicetti (SS Lazio Atletica Leggera) con il tempo di 7.35. Sui 60 hs la finale è stata vinta da Gabriele Bucciolini (Studentesca Ca.Ri.Ri.) con il tempo di 8.86, suo primato personale. Battuti nello sprint finale Matteo Manganozzi (SS Lazio Atletica Leggera) che chiude in 8.90 e Roberto Barra (Intesaatletica) terzo in 9.40.

Firma d’autore nella gara del peso con Tiziano Di Blasio (Fiamme Gialle G.Simoni)  che scaglia l’attrezzo da 5 kg. a 15.82, suo best record, Marco Conte (Atl.Pontecorvo) lancia a 13.82 mentre Emanuele Bilancino (Intesatletica) e sul gradino più basso del podio con 13.15.

Nei 60 femminile vince Luna Jimenez Moreno (Studentesca Ca.Ri.Ri.) in 7.96 che migliora il suo precedente 7.96, si piazza seconda Alessia Tirnetta (Olimpia Atletica Nettuno) con il tempo di 8.19, poi un’altra atleta reatina Elisa Pengili al traguardo in 8.20.

Virginial Calabrò, altra atleta della Studentesca Ca.Ri.Ri. vince i 60 ostacoli con il tempo di 9.17, andando anche lei sotto il suo personale. Ai posti d’onore Flavia Porro (Roma Acquacetosa) in10.02 e Andrea Botticella (PoliportivaAstro 2000 Benevento) con 10.89.

E’ Elisa Lobascio (Running Club Futura) a vincere il peso con 12,04, segue Eleonora Cassalini (Acsi Italia Atletica) con 11,76, finisce terza Martina Carnevale (Studentesca Ca.Ri.Ri.) con 10.85.

Addirittura 11 le batterie dei 60 piani riservati a junior, promesse e senior. La promessa beneventana Alessio Moscetti con 6.88 vince la finale 2 stabilendo il miglior tempo della giornata, secondo Gianluca Beltramini (Firenze Marathon) con 6.97, al terzo posto Alessandro Marchitto (Fiamme Gialle G.Simoni) con 7.11.

Nella miglior finale, con in gara gli junior, vince Alessandro Ramadori (Fiamme Gialle G.Simoni) con 7.05, seguito da Lorenzo Cardarelli (Studentesca Ca.Ri.Ri.) con 7.14, terzo Valerio Cipriani (Fiamme Gialle G.Simoni) con 7.15.

Paolo Verdile (Roma Acquacetosa) chiude 60 hs in 10.14. Fra gli junior Alessandro Tartaglione (Intesatletica) con il tempo di 8.18.

Il campione romano Daniele Secci ( Fiamme Gialle) vince il peso con 18, 44, dietro di lui l’altra promessa Adriano Cafiero (E.Servizi Atletica Futura Roma) con 14,72 , terza moneta per Davide Zocchi (Acsi Campidoglio Palatino) con 14.53.

Nei 60 femminili Audrey Alloh (Fiamme Azzurre) inizia bene la stagione vincendo la sua finale con il buon riscontro di 8.37, dopo aver corso in 7.36 in batteria. Dietro di lei Jessica Paoletta (Esercito) che ferma il cronometro a 7.55, terza la sprinter perugina Elena Ricci che segna in 7.81. Nella finale delle junior prime due piazze alle atlete della Studentesca Ca.Ri.Ri. Federica Cucchi e Karima May Williams che chiudono rispettivamente in 7.79 e 7.93, terza la beneventana Eleonora Fucci in 8.26.

Maria Helena Gioia (SS Lazio Atletica Leggera) vince i 60 hs in 8.96, poi ancora Elena Ricci in 9.02 e l’altra atleta dell’Enterprise Benevento con 9.52.

Miriana Delle Piagge (Acsi Italia Atletica)  scaglia il peso a 10.74.

Floriani e Rinicella vincono la 15^ edizione della Corsa di Miguel

E-mail Stampa PDF

Floriani e RinicellaLa 15^ edizione deLa Corsa di Miguel, la corsa podistica organizzata dal Club Atletico Centrale per ricordare il poeta-maratoneta argentino Miguel Benancio Sanchez, uno degli oltre 30.000 desaparecidos, ha fatto registrare unnuovo recordassoluto di arrivati per una 10 chilometri italiana. All'interno dello Stadio dei Marmi “Pietro Mennea” sono arrivati in4676(3689 uomini e 987 donne), oltre a 37 marciatori e a2500 partecipantialle due prove non competitive di 10 e 4 chilometri, per un totale di oltre 7000 partecipanti.

A dare il via della corsa dal piazzale della Farnesina è stata la sorella di Miguel, ElviraSanchez, accompagnata quest'anno da ManuelaOlivieri Mennea. Al via erano presenti anche il presidente Fidal AlfioGiomi, l'onorevole LauraCocciae il presidente del Coni Lazio RiccardoViola, da sempre vicini alla Corsa di Miguel.

Apprezzato dai podisti il nuovo percorso della gara che quest'anno ha cambiato anche sponsor tecnico registrando l'ingresso di Mizuno. I passaggi in via dei Gladiatori e allo Stadio Olimpico, oltre all'arrivo sulla pista dei Marmi, sono stati i punti forti del nuovo percorso.

Questa sera alle 22.30 su Rai Sport 1 sarà trasmessa la differita della gara con telecronaca di Andrea Fusco.


LA CRONACA DELLA GARA

Come sempre è stata una gara di buon livello tecnico con diversi atleti dei Gruppi sportivi militari che hanno recitato il ruolo di protagonisti.Vincitore della prova maschile è statoYuri Floriani delle Fiamme Gialle, mentre della prova femminile Angela Rinicella dell'Esercito. I due atleti sono sposati:non era mai accaduto alla Corsa di Miguel che moglie e marito vincessero la gara.

La gara maschile ha visto un gruppo di circa dieci atleti fare l'andatura per oltre metà gara. Negli ultimi due chilometri sono rimasti in sette in testa alla corsa e prima dell'ingresso allo Stadio dei Marmi sono scappati in tre, Floriani, Passeri e Filali, che si sono giocati la vittoria allo sprint negli ultimi cento metri. L'ha spuntataYuri Floriani in 30:37al fotofinish sull'atleta dell'Aeronautica Riccardo Passeri (stesso tempo dunque), che aveva vinto lo scorso anno. Terzo l'algerino Filali dell'Acsi Campidoglio Palatino in 30.39. Per Floriani si tratta del secondo successo (vinse nel 2009) e del quarto podio (secondo nel 2008 e terzo nel 2012) alla Corsa di Miguel.“E' sempre un'emozione correre questa gara – ha detto il finanziere a fine gara – perché oltre al motivo per cui viene organizzata, ossia per ricordare un atleta argentino, io corro per il mio amico Cosimo Caliandro (l'atleta scomparso nel 2011, a soli 29 anni, ndr) che l'aveva vinte più volte (nel 2007 e 2010, ndr). Quando corro lo faccio con lui nel cuore. La gara? Il percorso è quanto di più bello uno può chiedere per una corsa su strada in Italia, quindi ho provato ottime sensazioni. Il parterre era qualificato, quindi è stata dura perché il gruppo di testa era nutrito: io ho cercato di gestire bene il finale e sono riuscito a bruciare al fotofinish Riccardo. Poi la vittoria di mia moglie è stata la ciliegina sulla torta”. Riccardo Passeri che ha provato fino all'ultimo centimetro a ripetersi, senza riuscirci. “Be sono soddisfatto lo stesso – ha detto l'aviere – perché arrivare secondo a un campione come Yuri è già un traguardo”.

In campo femminile, invece, successo perAngela Rinicella che ha vinto in 35:49precedendo Adelina De Soccio delle Fiamme Gialle (36:36) e Alessandra Testa dell'Atletica Colosseo 2000 (38:20). La gara è stata quasi un assolo per l'atleta dell'Esercito.“Sono molto contenta della mia vittoria – ha detto Rinicella – perché è solo da un mese e mezzo che sono tornata ad allenarmi bene dopo aver recuperato da un infortunio e aver fatto una prestazione così mi fa ben sperare. Ho fatto una gara tranquilla nella prima parte, poi ho tirato nella seconda rimanendo da sola fino al traguardo. Comunque ero quasi costretta a vincere perché stamattina Yuri mi avevo detto che se non avessi vinto avrebbe divorziato – ha concluso scherzando l'azzurra -”.

LA MARCIA

Primo anno della marcia all'interno della Corsa di Miguel e buon risultato con 37 marciatori all'arrivo. A vincere la prova maschile è stato l'atleta delle Fiamme GialleMarco De Luca, olimpico a Londra 2012. Per lui una prestazione super visto che ha stabilito il suo personal best sui 10.000 metri (40:36).“E' stata una prova incredibile – ha detto l'azzurro a fine gara – perché per la prima volta in vita mia non ho fatto nessuna fatica e non ho quasi mai guardato il crono, e infatti ho stabilito il mio personal best. Questo perché correre insieme a migliaia di persone mi ha dato qualcosa in più, mi sono sentito trascinare. Magari ci fossero 7000 partecipanti a una gara di marcia: si volerebbe”.

In campo femminile invece la gara è stata vinta da Melania Aurizzi dell'European Wlaking Team in 58:10.

LE SOCIETA' PIU' NUMEROSE

Per quanto riguarda laclassifica per società, per il secondo anno consecutivo il podio è composto dai vincitori dellaPodistica Solidarietà, che ha portato al traguardo 415 atleti, poi il GS Bancari Romani con 325 arrivati e Lbm Sport con 230.

LA STRANTIRAZZISMO

La 4 chilometri non competitiva “Strantirazzismo”, partita dal Ponte della Musica e arrivata allo Stadio dei Marmi, ha visto la partecipazione di circa 800 persone, la maggior parte studenti delle scuole di Roma e provincia che hanno partecipato alle varie iniziative culturali legate alla Corsa di Miguel.


CLASSIFICHE INDIVIDUALI
UOMINI
1 Yuri Floriani (Fiamme Gialle) 30:37
2 Riccardo Passeri (Aeronautica Militare) 30.37

3 Tayeb Filali (Acsi Campidoglio Palatino) 30.39

4 Stefano Massimi (Atl. Riccardi Milano) 30.56
5 Gabriele De Nard (Fiamme Gialle) 30:57


 
DONNE
1 Angela Rinicella (Esercito) 35.49
2 Adelina De Soccio (Fiamme Gialle) 36.36
3 Alessandra Testa (Atl. Colosseo 2000) 38.20
4 Paola Salvatori (US Roma 83) 38.24
5 Paola Salvatori (RCF) 38.27

La foto è di Manolo Greco

A Casal del Marmo brillano i saltatori laziali

E-mail Stampa PDF

Schertel Ludwig 23Prima giornata della seconda  manifestazione regionale indoor a Casal del Marmo dedicata ai salti regalando ottimi risultati. Fra i cadetti successo nell’altro di Davide Scagnoli (Atletica Cecchina Al.Pa.) che va su fino ad 1,79 sua miglior prestazione di sempre. Seguono Marco Cicchetti e Calrlo Carlini della Lazio Atletica  rispettivamente 1,59 e 1,50. Nell’asta Sebastian Ticala (Fiamme Gialle G.Simoni) si impone valicando quota 3,50, 20 centimetri più su del compagno di scuderia Manuel Bianchini, secondo. Al terzo posto Leonardo Orlandi con 2,40. Il triplo ha visto protagonista Tommaso Nardizzi (Esercito Sport&Giovani) che ha ottenuto 11,70 migliorandosi di ben 47 centimetri rispetto al suo precedente limite personale, seguono in classifica Lorenzo Iacona (Fiamme Gialle G.Simoni) con 11,59 e Alessandro Confalone (Studentesca Ca.Ri.Ri.) con 10,60.

Nelle gare femminili cadette Giuliulia Poeta (Atletica Cecchina Al.Pa.) fa sua la prova dell’alto con 1,62. 1,49 per Claudia Capati (Asd Zona Olimpica Viterbo), e 1,46 per Sofia De Longis (LIB.Roma XV Circ.ne). Nell’asta Maria Roberta Gherca (Atl.Roma Sud) supera quota 2,60. Nel triplo Martina Ciciani ( Fiamme Gialle G. Simoni) vince con 10,95 che migliora il suo record nella specialità, segue TerezaDuncheva (Olimpia Atletica Nettuno) con 9,89 poi Carlotta Galli (Esercito Sport&Giovani) con 9,17.

Passando alla categoria allievi Ludwig Schertel (Alto Lazio) è apparso subito in buona forma imponendosi nell’alto saltando 1,85. Andrea Fiaccavento (Tirreno Atletica Civitavecchia) è secondo con 1,76 poi Lorenzo Lucarini (Roma Acquacetosa) con 1,60. Nell’asta Matteo Taviani (Lazio Atletica Leggera) si ferma a 3,80 fallendo di un soffio i 4,00 metri, lo seguono Giammarco Baldo (E.Servizi Atletica Futura Roma) con 3,10 e Francesco Ciocca (Lazio Atletica Leggera) con 2,60.

Adriano Nori (Atl.Studentesca Pontecorvo) si prende la gara del triplo con 12,14. Alle sue spalle Massimo Paesani (Roma Acquacetosa) con 11,96 e Filippo Morcella (Esercito Sport&Giovani) con 11,91.

In ambito femminile la reatina Valeria Carvetti vince nell’alto con 1,57 seguono Carla Pedone (Esercito Sport&Giovani) con 1,55 e Giulia Rossato (Intesatletica) con 1,50.

Marta Rispoli (Aclsi Italia Atletica) valica quota 3,10 nell’asta prendendosi la vittoria dopo aver fallito 3,25, misura che sembra comunque alla sua portata. Seconda Marina Dezi (Studentesca Ca.Ri.Ri.) con 2,90 e terza Francesca Vitali (Lazio Atletica Leggera) con 2,80. Nel triplo si impone Claudia Tesei (Olimpia Atletica Nettuno) con 10,45 che precede due atlete della Studentesca Ca.Ri.Ri. Sara Angelucci e Giulia Latini rispettivamente con 10,38 e 10,30.

Nelle gare assolute lo junior Lorenzo Carlone (Studentesca Ca.Ri.Ri.) vince l’alto con 1,91, secondo Umberto Battisti (Alto Lazio) con 1,80. Nell’asta Alessandro Sinno (Aronautica Militare) è primo con la misura di 5,10, poi Atoll Lau ( Atl.Biotekna Marcon Venezia) con 4,70 e terzo Tommaso Tramontano (Fiamme Gialle G.Simoni) con 4,30. Nel triplo bella prestazione di Samuele Cerro (Atl.Studentesca Pontecorvo) con 14,39 che gli vale il successo davanti a Alfonso Cioce (E.Servizi Atletica Futura Roma) che salta 13,81, terzo Giuliano Santolamazza (Acsi Campidoglio Palatino)  con 13,36. Fra le donne nell’alto Eleonora Schertel (Alto Lazio) supera l’asticella a 1,74 mentre nell’asta Vince Giulia Crivelli ( Acsi Campidoglio Palatino)che con 3,00 eguaglia il suo personale. Ai posti d’onore Sofia Marini (Studentesca Ca.Ri.Ri.) con 2,80 e Marina De Rosa ( Studentesca Ca.Ri.Ri) con 2,60. Infine nel triplo vince Giulia Cicchetti (Studentesca Ca.Ri.Ri.) saltando 11,39 poi Sarah Selleroli (Olimpia Atletica Nettuno) con 11,26 e Marina Di Pietro (Studentesca Ca.Ri.Ri.) con 11,07.

Successo a Velletri del primo raduno regionale del Mezzofondo

E-mail Stampa PDF

raduno mezzofondoSi é svolto all'Agriturismo Iacchelli, sui prati di Velletri il primo raduno regionale di mezzofondo del 2014.
30 ragazzi divisi nella categoria cadetti e cadette si sono cimentati in un lavoro di potenza aerobica  sotto la cura tecnica dei responsabili di settore Andrea Ceccarelli e Baccani Giuliano, per testare la condizione in vista dei prossimi impegni che inizieranno già domenica prossima a Latina, gara valevole come prima prova  del campionato regionale di corsa campestre 
3x1200 con recupero 4' in un percorso veloce ma reso tecnico da uno strappo in salita di circa 200m che potrebbe rappresentare un anticipo del percorso che si svilupperà a Novi (Vi) ai Campionati Italiani di Società e Individuali nella seconda domenica di Marzo.

Da Fidal Roma Sud

Casal del Marmo ha salutato la prima uscita stagionale degli atleti laziali

E-mail Stampa PDF

Ilenia DRAISCINotevole partecipazione e eccellente livello delle gare per la prima uscita stagionale dell’atletica laziale, dagli esordienti ai master, per saggiare le proprie condizioni dopo la pausa invernale ed i lunghi mesi di preparazione.

Ventuno atleti ai blocchi di partenza dei 60 mt esordienti A con un tandem dell’Atletica Frascati, Giorgio Di Nicola e Giordano Bonanni che si giocano la vittoria piazzandosi nell’ordine rispettivamente in 9.25 e 9.84. Segue alle loro spalle Jacopo Valeriani (SS Lazio Atletica Leggera) con 9.86. I 2005 e 2006 hanno visto il successo di Lorenzo Valeri della Sportrace che ha finito in 10.21, davanti ad un altro atleta della Lazio Luca Borzi che ha segnato 10.62, poi ancora un atleta della Sportrace con 10.85.

Fra gli esordienti C brillano ancora i colori biancocelesti della Lazio con il successo di Matteo Valnerini che finisce in 13,90 davanti a Riccardo Monaco (Sportrace) che taglia in 14.14 e al compagno di squadra Patrizio Camillacci il cui tempo è 14.18.

Di Nicola con un balzo di 3,95 fa sua anche la gara del lungo davanti a Francesco Grieco (Atletica Frascati) secondo in 3,59, poi ancora Jacopo Valeriani che con la misura di 3,44 segna il secondo terzo posto della giornata.

2,77 regala il successo a Luca Borzi nella gara degli esordienti B davanti al compagno di squadra Di Menno che salta 2,70 e a Matteo Micheletta (Sportrace) che segna 2,68.

Alessandro Del Bianco (Sportrace) vince la gara dei più piccoli saltando 2,08 seguito da Matteo Valnerini (SS Lazio Atletica Leggera) che raggiunge 1,87, terzo Riccardo Monaco (Sportrace) con 1,78.

Ambretta Guerra (Atletica Frascati) è l’esordiente più veloce nei 60 mt. Femminili chiusi in 9,66, davanti ad Elena Pescatore (SS Lazio Atletica Leggera) che finisce in 9,68 poi un'altra atleta di Frascati Giulia Cinquegrano che finisce in 9,90.

Fra le 2005 doppietta di Sofia Valopi e Bianca Vagnoli, entrambe della Giovanni Scavo 2000, rispettivamente 1^ e 2^ in 10.15 e 10.72 terza l’atleta molisana, della Nuova Atletica Iserna, Ilaria Di Florio in 10.79.

Fra le piccoline del 2007 sprint vincente per l’altra molisana Gemma Varone che vince in 12.12, davanti a due atlete della Lazio Beatrice Ranieri e Lena Teodoro che finiscono in 13.29 e 13.52.

Nel lungo esordienti A vince Teresa Moro (Giovanni Scavo 2000) con 3,84, poi Elena Pescatore (SS Lazio Atletica Leggera) con 3,58 e Ambretta Guerra (Atletica Frascati) con 3,51.

Fra le B sono le stesse protagoniste dei 60 metri a dominare la scena, Valopi e Vagnoli si classificano ancora una volta nell’ordine ai primi due posti saltando rispettivamente 3,40 e 3,09, con loro sul podio la compagna di squadra Stella Gherardi con 2,90.

Infine le piccoline della categoria esordienti C che vedono due atlete della SS Lazio Atletica Leggera ai primi due posti, Beatrice Ranieri è prima con 1,98 davanti a Lena Teodoro che salta 1,93 poi Eva Fabianelli (Sportrace) con 1,79.

Passando ai ragazzi da registrare nei 60 piani la doppietta dei frascatani Luca Mazzoni e Alex Vlad, 8.93 e 9.54 il tempo dei due sprinter. Segue Davide Castagnacci (SS Lazio Atletica Leggera) con 9.68. Indentica classifica nell’alto, Luca Mazzoni fa il bis  superando l’asticella a 1,20 così come Alex Vlad che incassa il secondo piazzamento d’onore della giornata, Davide Castagnacci si ferma a 1,55.

Ben 27 atlete si sono date battaglia nei 60 metri ragazze. Si impone Chiara Gherardi (Giovanni Scavo 2000) chiudendo in 8.58 davanti ad Emily Chiusolo (Sportrace) in 8.85, poi Dalia Di Giambattista (Atletica Frascati) con il tempo di 8.92.

Chiara Gherardi dimostra il suo stato di grazia vincendo l’alto con la misura di 1,31, Federica Parruccini (Atletica Sabatina), seconda si ferma a 1,15 stessa misura superata da Alice Berardi (Atletica Sabatina), terza.

Splendida finale nei 60 allievi che ha fatto riscontare in finale il successo di Davide Coco (Studentesca Ca.Ri.Ri.) con il tempo di 7.19, che stacca l’umbro Alessandro Montanucci, secondo in 7,41, poi Nicolò Bordi (SS Lazio Atletica Leggera) in 7,48.

Sugli ostacoli successo del ternano Nicolò Bellini in 8,74 davanti al laziale Matteo Manganozzi che chiude in 9.04.

Gran finale anche per le allieve protagoniste dei 60 metri con vittoria di Virginia Calabrò (Studentesca Ca.Ri.Ri.) che ha vinto in 8.20 davanti alle due agguerrite napoletane Giulia salatino e Federica Maione classificatesi alle sue spalle entrambe accreditate di 8,23.

Sugli ostacoli prima un altro nome noto dell’atletica laziale Maria Sole Ciciolla(Studentesca Ca.Ri.Ri.) che vince i 60 in 8.88 davanti alla compagna di squadra Virginia Calabrò che chiude in 9.24 e poi Federica Maione in 9,54.

Nella gara assoluta nella miglior finale Mario Di Giambattista (E.Servizi Atletica Futura Roma) con 7,14 è primo davanti ai due junior della Studentesca Ca.Ri.Ri. Lorenzo Cardarelli  che ha finito in 7.18 dopo aver fatto segnare 7.14 in batteria, e Simone Poccia che chiude in 7.21.

Poccia si rifà nei 60 hs junior vinti in 8.11 davanti al compagno di squadra Leonardo Bizzoni che chiude in 8.20 e al perugino Angelo Bruja che finisce in 9.05.

Nella gara dei 60 femminili zampata vincente di Ilenia Draisci (Esercito) che vince in 7.52 davanti a Chiara Bazzoni, che difende i colori dello stesso team, la quale chiude in 7.67 poi Giulia Arcioni (Forestale) al traguardo in 7.74.

Nei 60 ostacoli altra firma di prestigio quella di Flavia Nasella (Acsi Italia Atletica) prima in 9.09 davanti alla beneventana Rosa Guida che completa in 9.38, terza Francesca Ventura (Acsi Campidoglio Palatino in 10.06.

Ultimo aggiornamento Lunedì 13 Gennaio 2014 12:58

Lanci ok alla prima stagionale al Guidobaldi di Rieti, Visca record regionale nel giavellotto cadette

E-mail Stampa PDF

bianchettiSi dirada la nebbia sul Guidobaldi e iniziano a brillare le prestazioni dei lanciatori. Nella prima prova regionale del Campionato di lanci lunghi il sole ha fatto capolino sull'impianto reatino favorendo le buone prestazione degli atleti laziali.

Nel martello l'inossidabile Andrea Carpene (Colosseo2000) vince la gara Assoluta con 58,02; a livello giovanile invece é l'Allievo Tiziano Di Blasio (Fiamme Gialle Simoni) a scagliare i 6kg a 63,11; personale per Marco Cozzoli (57,23). Tra le donne la gara giovanile l'ha vinta la Junior del Acsi Italia Federica Casini sfiorando i 47 metri, mentre l'Allieva al primo anno di categoria Elisabetta Luchetti (Alto Lazio) chiude con 44,61. Tra le Cadette Cecilia Desideri supera i 41 metri con 41,42. Andrea Proietti con 58,04 ha la meglio sul Campione Italiano di Jesolo Omar Chirico.

Nel giavellotto Joseph Figliolini (Cariri, Under23) parte con 64,78 ipotecando la finale nazionale di Lucca, mentre tra i più giovani netto miglioramento per lo Junior Giovanni Bellini (Cariri) che scaglia l'attrezzo a 56,27. Giacomo Biserna, già Campione Italiano Cadetti 2013, é secondo con 51,31.

Esordio ok anche per la giovanissima Carolina Visca (Fiamme Gialle Simoni) che alla prima col giavellotto (400g) lo scaglia a 48,78 nuovo limite regionale cadette.

Nel disco gli Junior classe '96 Sebastiano Bianchetti (Cariri) e Alessio Di Blasio (Fiamme Gialle Simoni) prenotano Lucca rispettivamente con 47,72 e 47,24; tra le donne Claudia Bertoletti lancia ai limiti del personale con 38,96. 

Ultimo aggiornamento Lunedì 13 Gennaio 2014 12:58

A Rieti nel prove multiple brillano Rebecca Sulpizi, Mario Marchei e Gabriele Montefalcone

E-mail Stampa PDF

gabriele montefalconePrime gare e primi titoli regionali a Rieti dove oggi,  allo Stadio Raoul Guidobaldi di Rieti si è svolto il Campionato Regionale Indoor di Prove Multiple, cadetti/e valida come 1^ prova del Trofeo Invernale e di pentathlon e triathlon indoor.

Rebecca Sulpizi ha vinto la gara Cadette. La portacolori della Studentesca Ca.Ri.Ri. ha preceduto le compagne di squadra Martina Turco e Alessandra Rossi. Sulpizi ha vinto i 60hs con 9.82 (9.88 per Elisa Gani, 2000); poi ha lanciato 7,99 nel peso vinto da Alessandra Rossi con 9,30 ed infine ha saltato 4,42 nel lungo (Martina Turco la migliore con 4,70). 1988 punti per Sulpizi, appena 28 in più di Turco.In campo maschile il titolo se lo sono conteso i due pometini dell' Atletica Pomezia Auto 2000, Marchei e Di Panfilo grandi protagonisti. Il campione uscente Mario Marchei ha bissato il successo grazie al suo sprint nei 60 firmato 7.26 e i 12,54 nel triplo. Il portacolori dell'Atletica Pomezia é salito fino a 1,68 nell'alto, limitando i danni nei confronti di Di Panfilo che si é superato fino a 1,82. Terzo sul podio per l'Atletica Cecchina Al.Pa Davide Scagnoli.

Nel Pentathlon allievi primo posto a Gabriele Montefalcone (Sportrace) con 3283 punti; preceduto Lorenzo Irrera (Studentesca Ca.Ri.Ri.) con 3243 e Adriano Paci (Sportrace) che di punti ne ha totalizzati 2694. Montefalcone si è imposto nei 1000, nei 60 hs e nel peso, Irrera nel'alto e nel lungo.

A livello di società in testa la Studentesca Cariri in campo maschile e femminile. Fra i maschi seguono Roma 6 Villa Gordiani e Castlegandolfo-Albano, fra le femmine Castelgandolfo-Albano e Atletica Pomezia Auto 2000

Ultimo aggiornamento Lunedì 13 Gennaio 2014 01:04

Altri articoli...

Pagina 5 di 53